Provincia di Lucca

 

 

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

bandiera europea e cartina europea
bandiera europea

Mobilità Sostenibile

Questa pagina contiene la lista dei bandi in corso aventi come tema "Mobilità Sostenibile".

Bandi Europei
Climate Neutral and Smart Cities - Sustainable urban mobility - HORIZON Scadenza 06/09/2022

Programma: HORIZON 2020
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica, Mobilità sostenibile
Data bando: 21/07/2022
Data di scadenza: 06/09/2022

Questa azione sosterrà le città nell'accelerare i cambiamenti della mobilità, cercando alternative per incoraggiare le persone ad andare in bicicletta, a piedi o a usare i trasporti pubblici piuttosto che prendere l'auto. Il progetto raccoglierà dati sulle differenze tra comportamenti e abitudini e identificherà le esigenze specifiche di mobilità e di riprogettazione degli spazi pubblici.

Tutte le città che hanno un Piano di Mobilità Urbana Sostenibile (SUMP), completamente sviluppato o in fase preparatoria, e le azioni del progetto dovrebbero collegarsi ad esso.

 

Deadline: 06 settembre 2022

 

Risultati di progetto:

-Contribuire agli obiettivi della Climate Neutral and Smart Cities Mission accelerando la transizione verso la neutralità climatica delle città attraverso la promozione di una mobilità a zero emissioni, condivisa, attiva e incentrata sull'uomo;

-Aumentare la portata e la velocità dell'adozione e della diffusione di soluzioni innovative, di buone pratiche e replicabili di mobilità urbana sicura, economica e sostenibile nei living lab coinvolti nelle proposte[1] (almeno quattro città/progetto e quattro città seguaci, tenendo conto della diversità geografica, anche in termini di livello di sviluppo delle regioni), facilitando al contempo l'elaborazione e l'apprendimento di lezioni comuni a livello europeo, al fine di contribuire alla priorità degli obiettivi del Piano d'Azione Inquinamento Zero, della Strategia per la Mobilità Sostenibile e Intelligente e del quadro politico dell'UE in materia di sicurezza stradale 2021-2030 per un obiettivo di riduzione del 50% dei decessi e delle lesioni gravi entro il 2030;

-Soluzioni per almeno dieci aree/laboratori di vita insicuri nelle aree urbane/periurbane utilizzando approcci innovativi di pianificazione, progettazione e implementazione, tra cui, ma non solo, la co-creazione e/o il coinvolgimento dei cittadini, la modellazione e l'intelligenza artificiale, gli strumenti di applicazione digitali e intelligenti, la riallocazione dinamica degli spazi, con l'obiettivo di ridurre i rischi per la sicurezza stradale, l'esposizione all'inquinamento atmosferico e acustico e la sensazione di insicurezza percepita da pedoni e ciclisti;

-Rivalutare la qualità delle strade e degli spazi pubblici rispondendo alle esigenze di gruppi diversi (esempi non limitati a donne, bambini, persone con disabilità e anziani); le azioni possono includere, ma non limitarsi a, il miglioramento della raccolta dei dati sul traffico a piedi, in bicicletta e con gli e-scooter, nonché dei meccanismi di segnalazione degli infortuni e dei decessi di pedoni, ciclisti ed e-scooter;

affrontare in modo proattivo i potenziali rischi derivanti dall'aumento previsto di ciclisti ed e-scooter;

-riequilibrare l'attribuzione dello spazio pubblico alle diverse modalità di trasporto, in modo che rifletta meglio la ripartizione modale locale effettiva o desiderata e favorisca il raggiungimento degli obiettivi di Vision Zero[2] e di emissioni zero, aumentando così la sicurezza stradale e la qualità della vita nelle città;

-Le azioni di riprogettazione degli spazi pubblici previste dai progetti premiati devono tenere conto dei principi dell'economia circolare, dell'adattamento ai cambiamenti climatici (in particolare alle ondate di calore), delle sinergie intersettoriali e non devono comportare la rimozione o il deterioramento di parchi, alberi o aree verdi ricreative.

 

AVVISO:

Bandi Europei
Nature-based solutions mainstreaming -HORIZON Scadenza 27/09/2022

Programma: HORIZON 2020
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica, Mobilità sostenibile
Data bando: 21/07/2022
Data di scadenza: 27/09/2022

Questa proposta svilupperà e testerà soluzioni innovative per aumentare la resilienza e la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici. Ciò potrebbe includere: ripristino degli ecosistemi, soluzioni per gestire meglio la scarsità d'acqua e mitigare gli impatti della siccità, soluzioni per sistemi alimentari resilienti, soluzioni per la costruzione o l'aggiornamento di infrastrutture critiche, rigenerazione di spazi pubblici, tra le altre cose.

La proposta dovrebbe sviluppare e testare soluzioni innovative, combinando innovazione tecnologica e sociale, che portino a un aumento della capacità di resilienza e di adattamento ai cambiamenti climatici nelle regioni e nelle comunità coinvolte, assicurando che le soluzioni basate sulla natura siano esplorate come priorità e al centro dello sviluppo, quando possibile.

 

Risultati di progetto:

-il ripristino degli ecosistemi e la creazione di corridoi ecologici, tenendo conto anche dei benefici e dei compromessi per la biodiversità, in particolare in relazione all'erosione del suolo e delle coste;

-soluzioni per gestire meglio la scarsità d'acqua e mitigare gli impatti della siccità o per gestire meglio le inondazioni, come l'inverdimento delle infrastrutture, la piantumazione di alberi, -l'aumento delle superfici verdi permeabili o la decultazione dei fiumi nelle città, il ripristino delle torbiere, delle zone umide e delle pianure alluvionali;

-soluzioni per un'agricoltura, una pesca, un'acquacoltura e una silvicoltura più resilienti al clima, nonché per sistemi alimentari resilienti al clima, come la rotazione delle colture, il silvo-pascolo e altri approcci di agroecologia nei terreni agricoli, in particolare in relazione alla siccità e al multiuso e alla gestione dell'acqua;

-soluzioni per la costruzione e/o la gestione di nuove infrastrutture critiche e/o l'aggiornamento di quelle esistenti attraverso infrastrutture verdi/blu/ibride, in particolare in relazione all'impermeabilità al clima nei confronti di eventi estremi;

-la messa a punto di schemi di incentivazione che favoriscano l'uso e l'allocazione efficiente dell'acqua e di soluzioni per ridurre la vulnerabilità ai rischi legati all'acqua;

-rigenerazione degli spazi pubblici per creare quartieri resilienti al clima, in particolare in relazione alle ondate di calore e alle inondazioni e ai loro potenziali rischi per la salute e il benessere umano;

-inclusione di soluzioni e servizi digitali per meglio prevedere, monitorare e riferire sugli eventi climatici, in particolare nei confronti delle popolazioni vulnerabili ed emarginate;

-analisi economica e modelli di business a supporto del processo decisionale, in particolare per quanto riguarda l'equilibrio degli investimenti tra la riduzione dei rischi attraverso la costruzione della resilienza climatica e il miglioramento della preparazione ai rischi climatici e della gestione delle emergenze climatiche.

 

AVVISO:

Bandi Europei
Interreg Euro MED: bando per progetti tematici (2° bando) Scadenza 27/10/2022

Programma: Interreg MED
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica, Mobilità sostenibile, Digitalizzazione, Cultura e turismo
Data bando: 13/07/2022
Data di scadenza: 27/10/2022

Nel quadro del Programma di cooperazione transnazionale Interreg Euro–Med è stato aperto un bando per progetti tematici, riguardanti le priorità 1 e 2 del programma, ovvero “Smarter and Greener Mediterranean”.

Il bando riguarda tre tipologie di progetti tematici: progetti di studio, progetti di test e progetti di trasferimento

Un progetto tematico deve riguardare uno dei 4 Obiettivi Specifici (OS) del programma e deve contribuire a realizzare una delle 4 missioni più globali del programma, complementari fra loro, ciascuna collegata a uno o più OS, ovvero:

Missione 1. Rafforzare un'economia sostenibile innovativa
I progetti devono realizzare uno dei seguenti OS:
1.1 - Sviluppare e migliorare le capacità di ricerca e innovazione e l’utilizzo di tecnologie avanzate, considerati i principali driver per accelerare la transizione verso ecosistemi competitivi, innovativi, sostenibili e resilienti nel Mediterraneo con il coinvolgimento di tutti gli stakeholder.
2.6 - Promuovere la transizione a un'economia circolare ed efficiente nell’uso delle risorse, una strategia vantaggiosa per tutti che contribuisce alla riduzione delle emissioni di carbonio e al tempo stesso alla creazione di posti di lavoro e a una crescita sostenibile.

Missione 2. Proteggere, recuperare e valorizzare l'ambiente naturale e il patrimonio
I progetti devono realizzare uno dei seguenti OS:
2.4 - Promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione del rischio di catastrofi, la resilienza, tenendo conto degli approcci basati sull'ecosistema. Considerata l'elevata vulnerabilità ai cambiamenti climatici dell'area mediterranea è necessario aumentare la capacità di adattamento ad essi e di prevenire i rischi naturali e quelli indotti dalle attività umane e migliorare il coordinamento e la cooperazione degli stakeholder per affrontarli, in particolare attraverso un approccio preventivo.
2.7 - Migliorare la protezione e la conservazione della natura, della biodiversità e delle infrastrutture verdi anche nelle aree urbane e ridurre ogni forma di inquinamento: per realizzarlo è necessaria una forte cooperazione al fine di colmare eventuali lacune politiche, consolidare gli sforzi esistenti e garantire la piena attuazione della legislazione esistente.

Missione 3. Promuovere spazi abitativi verdi
I progetti devono realizzare l’OS 2.4 - Promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione del rischio di catastrofi, la resilienza, tenendo conto degli approcci basati sull'ecosistema, con l'idea chiave di incoraggiare lo sviluppo sostenibile e una visione integrata dell'adattamento dei territori ai cambiamenti climatici sostenendo la transizione verso un ambiente più verde.

Missione 4. Migliorare il turismo sostenibile (trasversale a tutti gli OS)
I progetti devono realizzare uno dei 4 OS del programma:
1.1 - Sviluppare e migliorare le capacità di ricerca e innovazione e l’utilizzo di tecnologie avanzate.
2.4 - Promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione del rischio di catastrofi, la resilienza, tenendo conto degli approcci basati sull'ecosistema
2.6 - Promuovere la transizione a un'economia circolare ed efficiente nell’uso delle risorse
2.7 - Migliorare la protezione e la conservazione della natura, della biodiversità e delle infrastrutture verdi anche nelle aree urbane e ridurre ogni forma di inquinamento.

I diversi OS sono declinati in modo specifico all’interno delle singole missioni (indicazioni precise sono contenute nei ToR- vedi infra)

Un progetto deve inoltre contribuire all'attuazione della Strategia di Amplificazione dei Risultati (RAS) del programma.

I progetti di studio sono progetti che producono studi per comprendere meglio una questione tematica e aprono la porta allo sviluppo di soluzioni comuni per i territori interessati; dovrebbero mirare ad esplorare temi innovativi da un punto di vista tematico e/o geografico o a generare conoscenze nell'area di cooperazione del programma su questioni in cui c’è una reale esigenza di analisi e diagnosi. Devono avere il potenziale per future attività di sperimentazione e/o trasferimento e per spianare la strada alla futura implementazione dei loro risultati attraverso attività di follow-up.

I progetti di test: progetti che sperimentano strumenti comuni, politiche, strategie e piani d'azione già sviluppati al fine di validare soluzioni concrete da trasferire a un numero più ampio di beneficiari e territori.

I progetti di trasferimento sono progetti che ottimizzano e condividono strumenti, politiche, strategie e piani d'azione comuni convalidati affinché gli stakeholder li possano adottare; si concentrano sui risultati esistenti, sulla replicabilità e sull'aumento di scala dei risultati dei progetti nell'area di cooperazione del programma e oltre (nel contesto del presente invito, i risultati dei progetti del periodo di programmazione 2014-2020)

Ciascun progetto deve partecipare attivamente alla comunità tematica della missione a cui fa riferimento (selezionate nel 1° bando, scaduto il 1° giugno scorso) e beneficiare dell'esperienza e del supporto dei progetti di governance, che mirano ad amplificare i risultati dei progetti tematici (non individualmente, ma piuttosto in combinazione con i risultati di altri progetti per raggiungere obiettivi di portata più ampia).

Il partenariato previsto deve includere partner istituzionali e scientifici misti a seconda degli obiettivi del progetto e si differenzia per tipologia di progetto: per i progetti di studio e i progetti di trasferimento il partenariato non dovrebbe superare gli 8 partner; per i progetti di test il partenariato non dovrebbe superare i 10 partner.

Il budget complessivo è di 86 milioni di euro (69 da INTERREG e 17 dal cofinanziamento nazionale) che andranno a cofinanziare complessivamente 40/45 progetti.

 

avviso:

ultima modifica: 23/07/2021 - 17:16