Provincia di Lucca

 

 

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

bandiera europea e cartina europea
bandiera europea
Home / Servizio Europa di Area Vasta / Bandi e opportunità di finanziamento

Bandi e opportunità di finanziamento

Tutti i bandi in corso

Bandi Europei
EUROPEAN CITY FACILITY - 3.rd call for proposalsGuidelines for Applicants Scadenza 17/12/2021

Programma: HORIZON 2020
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 22/10/2021
Data di scadenza: 17/12/2021

Lo European City Facility (EUCF), istituito nell'ambito di Horizon 2020, apre il suo terzo bando destinato alle municipalità e alle autorità locali europee per sviluppare concepts di investimento (Investment Concepts) relativi all'attuazione delle azioni contenute nei loro piani d'azione per il clima e l'energia.

Partendo dalla considerazione che le municipalità e i loro raggruppamenti hanno un grande potenziale per costruire programmi globali di investimento nel settore dell'energia sostenibile, guidando la transizione verso la sostenibilità energetica, EUCF è stato creato per aiutare a superare due importanti ostacoli ai loro investimenti in energia sostenibile, ovvero:

- la mancanza di capacità finanziaria e/o legale da parte delle autorità locali per trasformare le proprie strategie energetiche e climatiche di lungo periodo (SEAP e SECAP) in solide idee di investimento

- la mancanza di capacità di aggregazione tra piccoli progetti (ad esempio nel settore delle costruzioni) e quindi la loro scarsa attrattività per il settore finanziario.

Con la definizione di Investment concepts si fa riferimento a un documento che traduce un'idea di progetto di investimento in linguaggio finanziario, al fine di mobilitare finanziamenti per la sua realizzazione (il template è disponibile qui). Il suo scopo è di fornire agli investitori e alle istituzioni finanziarie le informazioni necessarie per valutare un progetto di investimento in modo semplice e veloce e di trasformare i piani climatici ed energetici in solidi pacchetti di investimento, facilitando l'accesso ai finanziamenti per municipalità/enti locali ed enti pubblici locali che li aggregano.

Destinatari del bando sono tutte le municipalità/autorità locali, i loro raggruppamenti e gli enti pubblici locali che li riuniscono, degli Stati membri dell'UE, degli Stati EFTA/SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e del Regno Unito che:
- hanno un piano per il clima e l’energia approvato (compresi i Piani d'azione per l'energia sostenibile -PAES, elaborati nell'ambito del Patto dei sindaci, e altri piani con la stessa ambizione),
- dimostrano un impegno politico per lo sviluppo del concept di investmento proposto (ad es. attraverso una lettera di sostegno, firmata dal sindaco/altro rappresentante politico).

Il contributo finanziario è fisso e ammonta a 60.000 euro con i quali sarà sostenuta l'ideazione di concept di investimento nel settore dell'energia sostenibile, compresi quelli sul lato della domanda di energia, che contribuiscono a migliorare il rendimento energetico e conseguire risparmi energetici. L'importo della sovvenzione può essere utilizzato per il personale interno se le capacità interne sono sufficienti, per esperti esterni/subappaltatori o per altre posizioni necessarie per lo sviluppo del concept di investimento.

Settori target prioritari: edifici pubblici, edifici residenziali ed edifici terziari (non municipali), miglioramento dell'efficienza di attrezzature/impianti, sviluppo e uso di energie rinnovabili integrate nell'edilizia, ammodernamento del teleriscaldamento, passaggio a fonti rinnovabili per il combustibile, reti intelligenti, mobilità urbana sostenibile (ad es. trasporti pubblici, stazioni di ricarica, ecc.) e infrastrutture energetiche innovative (ad es. comunità energetiche dei cittadini, approcci innovativi all'illuminazione pubblica, impianti di trattamento delle acque reflue).

Concretamente il sostegno del progetto andrà a finanziare le attività necessarie allo sviluppo del piano di attrazione di investimenti per questi progetti (quali studi di fattibilità, analisi ingegneristiche, analisi giuridiche, studi sociali, studi di mercato, analisi finanziarie e altre attività di supporto).

Il terzo bando, come il secondo, ha un budget di 4,14 milioni di euro che finanzieranno altre 69 proposte, suddivise in 3 zone geografiche:

- Europa centrale: 1,56 milioni
- Paesi del Nord e Europa occidentale: 1,44 milioni
- Europa meridionale (che comprende l’Italia): 1,14 milioni

L’invito resterà aperto dal 15 ottobre al 17 dicembre 2021.

A questo terzo bando ne seguirà un quarto (ed ultimo) in maggio-giugno 2022.

 

avviso:

Bandi Europei
Invito a presentare proposte 2021CE16BAT001 - Sostegno a misure di informazione relative alla politica di coesione dell'UE Scadenza 11/01/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Altro
Data bando: 22/10/2021
Data di scadenza: 11/01/2022

La Commissione europea ha pubblicato il bando 2021 per il sostegno a misure di informazione sulla politica di coesione dell’UE. Obiettivo della call è fornire sostegno alla produzione e diffusione di informazioni e contenuti relativi alla politica di coesione dell’UE, incluso il Fondo per la transizione giusta e il Piano di ripresa per l’Europa, nel rispetto della completa autonomia editoriale dei soggetti coinvolti.

Le proposte da candidare dovranno illustrare e valutare il ruolo della politica di coesione nel realizzare le priorità politiche della Commissione europea e nell’affrontare le sfide attuali e future che impegnano l’UE, gli Stati membri, le regioni e le amministrazioni locali. Più precisamente, le proposte dovrebbero riguardare il contributo della politica di coesione orientato a:
- stimolare l’occupazione, la crescita e gli investimenti a livello regionale e nazionale e migliorare la qualità della vita dei cittadini;
- favorire la realizzazione delle principali priorità dell’UE e dei suoi Stati membri, che comprendono, oltre alla creazione di posti di lavoro e di crescita, anche la tutela dell’ambiente, la lotta al cambiamento climatico, la promozione della ricerca e dell’innovazione;
- rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale nell’UE riducendo le disparità tra i Paesi e le regioni dell’Unione;
- aiutare le regioni a gestire la globalizzazione trovando la propria collocazione nell’economia mondiale;
- rafforzare il progetto europeo in quanto la politica di coesione è direttamente al servizio dei cittadini dell’UE.

I destinatari delle misure di informazione da attuare sono:
- il pubblico in generale. L’obiettivo è sensibilizzare gli europei che non sono consapevoli dell’azione dell'UE nella loro regione sui risultati della politica di coesione e il suo impatto sulla vita dei cittadini. L'informazione dovrebbe puntare ad aumentare la comprensione del contributo della politica di coesione alla promozione dell'occupazione e della crescita in Europa e alla riduzione delle disparità tra territori.
- gli stakeholder. L'obiettivo è coinvolgere gli stakeholder (incluso autorità nazionali, regionali e locali, beneficiari, imprese, mondo accademico) per comunicare l'impatto della politica di coesione nelle loro regioni e alimentare il dibattito sul futuro di tale politica e, più in generale, sul futuro dell'Europa.

Le misure dovrebbero essere attuate all'interno dell'UE a livello locale, regionale, multiregionale o nazionale, oppure a livello di diversi Stati membri. Le proposte dovrebbero comprendere (uno o più) strumenti e attività di carattere innovativo al fine di conseguire gli obiettivi, trattare i temi e raggiungere i destinatari.

I progetti dovranno avere una durata massima di 12 mesi (indicativamente con inizio nell’estate 2022).

Possono presentare proposte persone giuridiche, stabilite nei Paesi UE, quali:
- organizzazioni attive nel settore della comunicazione/agenzie di stampa (televisione, radio, carta stampata, media online, nuovi media, combinazione di diversi media);
- organizzazioni senza scopo di lucro;
- università e istituti d’istruzione;
- centri di ricerca e think-tanks;
- associazioni di interesse europeo;
- soggetti privati;
- autorità pubbliche (nazionali, regionali e locali) escluso le autorità incaricate dell’attuazione della politica di coesione a norma dell’art. 71 del Reg. (UE) n. 2021/1060 (Autorità di gestione o di audit).

In generale, non sono ammissibili soggetti appositamente costituiti con l'obiettivo di attuare progetti nell'ambito del presente bando. Inoltre, soggetti che hanno presentato candidature nel quadro degli analoghi bandi pubblicati nel 2017, 2018, 2019, 2020 possono partecipare a questo bando a prescindere dall’esito della candidatura precedente.

Il bando dispone di un budget di 7.000.000 €. Per ciascun progetto la sovvenzione UE potrà coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili per un massimo di 300.000 €. La sovvenzione assumerà la forma del rimborso dei costi del progetto.

La scadenza per presentare proposte è il 11 gennaio 2022, ore 13.00 (CET).

 

avviso:

Bandi Europei
LIFE 2021-2027 – Sottoprogramma Transizione all’energia pulita - Bando azioni di coordinamento e di sostegno (CSA) Scadenza 12/01/2022

Programma: LIFE
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 24/08/2021
Data di scadenza: 12/01/2022

Bando per azioni di coordinamento e di sostegno (CSA) nel quadro del sottoprogramma Transizione all’energia pulita, volto a facilitare la transizione verso un'economia efficiente dal punto di vista energetico, basata sull'energia rinnovabile, climaticamente neutra e resiliente.

Il sottoprogramma Transizione all’energia pulita ha i seguenti obiettivi

- sviluppare, dimostrare e promuovere tecniche, metodi e approcci innovativi per raggiungere gli obiettivi della legislazione e della politica dell'UE sulla transizione verso l'energia rinnovabile sostenibile e una maggiore efficienza energetica e contribuire alla base di conoscenze e all'applicazione delle migliori pratiche
- sostenere lo sviluppo, l'attuazione, il monitoraggio e l'applicazione della legislazione e della politica dell'UE sulla transizione verso l'energia rinnovabile sostenibile o una maggiore efficienza energetica, anche migliorando la governance a tutti i livelli, in particolare rafforzando le capacità degli attori pubblici e privati e il coinvolgimento della società civile
- catalizzare la diffusione su larga scala di soluzioni tecniche e politiche di successo per l'attuazione della legislazione dell'UE sulla transizione verso l'energia rinnovabile o una maggiore efficienza energetica replicando i risultati, integrando gli obiettivi correlati in altre politiche e nelle pratiche del settore pubblico e privato, mobilitando investimenti e migliorando l'accesso ai finanziamenti

avviso

Bandi Europei
Bando per iniziative pilota strategiche volte a promuovere un’economia blu sostenibile attraverso una cooperazione a livello di regione marittima nei bacini dell’Atlantico, del mar Nero e del Mediterraneo occidentale. Scadenza 12/01/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Cultura e turismo
Data bando: 25/11/2021
Data di scadenza: 12/01/2022

l bando finanzia progetti faro (ovvero iniziative pilota strategiche) per l’attuazione delle strategie marittime riguardanti l’Atlantico, il Mar Nero e il Mediterraneo occidentale e per lo sviluppo di una economia blu sostenibile nell’Ue, in linea con il Green deal europeo.

Il bando comprende 3 topic (una proposta progettuale deve riguardare un solo topic ), che corrispondono ai 3 bacini marittimi destinatari:

Topic 1. Atlantico: Progetti innovativi multiuso che combinano l'energia rinnovabile offshore con altre attività e/o con la protezione della natura nell'Atlantico (ID: EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-ATLANTIC)
Le proposte progettuali devono proporsi lo sviluppo e la diffusione dei progetti che combinano le energie rinnovabili marine (soprattutto quelle emergenti) con altre attività dell'economia blu e/o con la protezione della natura (ad esempio le aree marine protette).

Topic 2. Mar Nero: Progetto pilota per lo sviluppo di capacità di innovazione e investimenti nel l'economia blu del Mar Nero (ID: EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-BLACK)
Le proposte progettuali dovranno riunire gli stakeholder dell'economia blu dei Paesi del Bacino del Mar Nero al fine di identificare e affrontare le esigenze di sviluppo di capacità locali per promuovere l'innovazione, la digitalizzazione e gli investimenti nell'economia blu, cercando di creare un ponte fra gli stakeholder locali e le attività sviluppate a livello della Agenda marittima comune del Mar Nero.
 

Topic 3. Mar Mediterraneo occidentale: Recupero del turismo costiero e marittimo nel Mediterraneo occidentale (ID: EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-WESTMED)
La proposte progettuali devono proporsi di rafforzare la competitività e la sostenibilità dell'ecosistema turistico costiero e marittimo nel Mediterraneo occidentale, come parte di un'economia blu intelligente e resiliente. Devono inoltre mirare a preservare l'ambiente marino e costiero e il patrimonio culturale marino e a contribuire alla capacità di attrazione delle aree costiere, una risorsa unica per la competitività nel Mediterraneo.

I progetti devono sviluppare un approccio multidimensionale e integrato alla ricostruzione del turismo costiero e marittimo (compreso il turismo crocieristico) nel Mediterraneo occidentale.

Le proposte devono riguardare uno dei seguenti temi:
- Innovazione nella gestione delle destinazioni
- Design di pacchetti di ecoturismo smart

 

avviso

Bandi Europei
Bando nell'ambito del programma Cittadini, Uguaglianza, Diritti e Valori (CERV): progetti per promuovere la partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini alla vita democratica e civica dell'UE. Scadenza 10/02/2022

Programma: Interreg EUROPE
Tematiche: Altro
Data bando: 08/11/2021
Data di scadenza: 10/02/2022

Obiettivi avviso:Promuovere la partecipazione e il contributo dei cittadini e delle associazioni rappresentative alla vita democratica e civica dell'Unione, consentendo loro di far conoscere e scambiare pubblicamente opinioni in tutti i settori di azione dell’Unione

Sostegno a progetti promossi da partnership transnazionali e reti che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti riuniranno una vasta gamma di persone di diverso background in attività direttamente collegate alle politiche dell'UE, offrendo loro l'opportunità di partecipare attivamente al processo di elaborazione di tali politiche.

I progetti dovrebbero concentrarsi sulle seguenti priorità:
- Elezioni del Parlamento europeo del 2024 e partecipazione dei cittadini. Questa priorità potrebbe anche promuovere i diritti di cittadinanza dell'UE e contribuire all'attuazione del Piano d'azione UE per la democrazia europea e della Relazione 2020 sulla cittadinanza dell'UE;
- Esaminare come la crisi COVID-19 abbia influito sul dibattito democratico e sull’esercizio dei diritti fondamentali;
- Approcci e strumenti democratici innovativi, in particolare strumenti digitali (e-democracy), per aiutare i cittadini a far sentire la propria voce e a scambiare opinioni pubblicamente su tutti i settori d’intervento dell'UE;
- Combattere la disinformazione e altre forme di interferenza nel dibattito democratico, dando ai cittadini la possibilità di prendere decisioni informate aiutandoli ad identificare la disinformazione e promuovendo l'alfabetizzazione mediatica, con il coinvolgimento dei giornalisti;
- Coinvolgere i cittadini e le comunità nel dibattito e in azioni relativi al clima e all’ambiente.

Verranno sostenute attività che contribuiscono a promuovere la democrazia, l'inclusione e la partecipazione democratica nell'UE, ad esempio:
- promozione dell'impegno sociale attraverso dibattiti, campagne, iniziative di sensibilizzazione, conferenze, workshop, attività culturali ecc. inerenti temi in linea con le priorità indicate e che forniscono un collegamento all'agenda politica europea e al processo decisionale, e;
- raccolta di opinioni dei singoli individui attraverso un approccio dal basso (facendo anche ricorso a social network, webinar, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica; e
- promozione degli scambi tra cittadini su tematiche relative all'UE per favorire una migliore comprensione delle diverse prospettive.

durata:da 12 a 24 mesi

 

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Cultura e turismo, Comunicazione
Data bando: 24/11/2021
Data di scadenza: 10/02/2022

Sostegno a progetti promossi da partnership transnazionali e reti che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti riuniranno una vasta gamma di persone di diverso background in attività direttamente collegate alle politiche dell'UE, offrendo loro l'opportunità di partecipare attivamente al processo di elaborazione di tali politiche.

I progetti dovrebbero concentrarsi sulle seguenti priorità:
- Elezioni del Parlamento europeo del 2024 e partecipazione dei cittadini. Questa priorità potrebbe anche promuovere i diritti di cittadinanza dell'UE e contribuire all'attuazione del Piano d'azione UE per la democrazia europea e della Relazione 2020 sulla cittadinanza dell'UE;
- Esaminare come la crisi COVID-19 abbia influito sul dibattito democratico e sull’esercizio dei diritti fondamentali;
- Approcci e strumenti democratici innovativi, in particolare strumenti digitali (e-democracy), per aiutare i cittadini a far sentire la propria voce e a scambiare opinioni pubblicamente su tutti i settori d’intervento dell'UE;
- Combattere la disinformazione e altre forme di interferenza nel dibattito democratico, dando ai cittadini la possibilità di prendere decisioni informate aiutandoli ad identificare la disinformazione e promuovendo l'alfabetizzazione mediatica, con il coinvolgimento dei giornalisti;
- Coinvolgere i cittadini e le comunità nel dibattito e in azioni relativi al clima e all’ambiente.

Verranno sostenute attività che contribuiscono a promuovere la democrazia, l'inclusione e la partecipazione democratica nell'UE, ad esempio:
- promozione dell'impegno sociale attraverso dibattiti, campagne, iniziative di sensibilizzazione, conferenze, workshop, attività culturali ecc. inerenti temi in linea con le priorità indicate e che forniscono un collegamento all'agenda politica europea e al processo decisionale, e;
- raccolta di opinioni dei singoli individui attraverso un approccio dal basso (facendo anche ricorso a social network, webinar, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica; e
- promozione degli scambi tra cittadini su tematiche relative all'UE per favorire una migliore comprensione delle diverse prospettive.

Beneficiari

Persone giuridiche stabilite in uno dei Paesi attualmente ammissibili (voce “Aree geografiche coinvolte”).

Più in particolare, i progetti possono essere presentati da organismi non-profit privati, come organizzazioni della società civile, istituzioni educative, culturali o di ricerca. Possono essere partner di progetto organismi non-profit o autorità pubbliche regionali e locali.

Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali.

avviso

Bandi Europei
Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata Scadenza 15/02/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

Bandi Europei
Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale, i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili Scadenza 15/02/2022

Programma: PNRR
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale, i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili

FOCUS PNRR

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti

 

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

Bandi Europei
Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici Scadenza 15/02/2022

Programma: PNRR
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

FOCUS PNRR

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Progetti “faro” di economia circolare

 

Bandi Europei
Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone Scadenza 15/02/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Finanziamento con i fondi del PNRR di interventi di ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

FOCUS PNRR

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Progetti “faro” di economia circolare

Bandi Europei
Miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani Scadenza 15/02/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Intervento finanziati con i fondi del PNRR per il miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

FOCUS PNRR

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti

Bandi Europei
Realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici (attraverso riciclo meccanico, chimico, Plastic Hubs), compresi i rifiuti di plastica in mare Scadenza 15/02/2022

Programma: PNRR
Tematiche: Ambiente e Transizione ecologica
Data bando: 02/11/2021
Data di scadenza: 15/02/2022

Interventi finanziati a valere sul ONRR sulla realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici (attraverso riciclo meccanico, chimico, Plastic Hubs), compresi i rifiuti di plastica in mare

DESTINATARI

Regioni,Comuni,Province

OCUS PNRR

Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica

Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile

Investimenti: Progetti “faro” di economia circolare

Bandi Europei
programma “Erasmus+”: Scambi virtuali nei settori dell’istruzione superiore e della gioventù. Scadenza 22/02/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Cultura e turismo, Altro
Data bando: 11/11/2021
Data di scadenza: 22/02/2022

Beneficiari

Istituti di istruzione superiore e organizzazioni attive nel campo dell’istruzione superiore o della gioventù stabiliti in uno dei seguenti Paesi ammissibili:
- Paesi aderenti al programma (Programme Countries), ovvero Stati UE, incluso PTOM, e Paesi terzi associati ad Erasmus+;
- Paesi partner del programma (Partner Countries), ovvero Paesi terzi non associati ad Erasmus+ sopra indicati.

Entità Contributo

La sovvenzione UE potrà coprire fino al 95% dei costi ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.

Modalità e procedura

I progetti devono essere presentati da un consorzio costituito da almeno 4 soggetti che soddisfi le seguenti condizioni:

- il coordinatore di progetto deve essere stabilito in uno dei Paesi aderenti al programma;
- il consorzio deve coinvolgere almeno 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di due Paesi aderenti al programma e 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di 2 Paesi partner del programma della stessa regione geografica;
- il numero di organizzazioni dei Paesi aderenti al programma non può essere superiore al numero di organizzazioni dei Paesi partner del programma.
- nel caso dell'Africa subsahariana, i candidati sono incoraggiati a coinvolgere partner di un’ ampia di gamma di Paesi, compresi quelli meno sviluppati e/o partner aventi poca esperienza in Erasmus+.

I progetti proposti devono avere una durata di 36 mesi, indicativamente con inizio ottobre-dicembre 2022.

avviso

Bandi Europei
Bando nel quadro del programma Europa Digitale teso alla diffusione e miglior uso delle capacità digitali in aree come il Green deal e le PMI nonché a facilitare le autorità pubbliche nella loro trasformazione digitale. Scadenza 22/02/2022

Programma: Altre fonti di finanziamento
Tematiche: Digitalizzazione
Data bando: 25/11/2021
Data di scadenza: 22/02/2022

Il bando finanzia progetti nel quadro di 4 specifici topic (una proposta deve rientrare in un solo topic):

Topic 1. — Osservatorio europeo dei media digitali (EDMO) – Hub nazionali e multinazionali (ID: DIGITAL-2021-TRUST-01-EDMO)
Questo topic mira a espandere la copertura regionale di EDMO e dei suoi hub con la creazione di nuovi hub nazionali o multinazionali indipendenti negli Stati che ne sono sprovvisti (al momento sono già presenti in: Irlanda, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svezia e Norvegia).
Un hub nazionale/multinazionale è una rete di organizzazioni attive in uno o più Stati membri, che fornisce una conoscenza specifica degli ambienti informativi locali in modo da rafforzare l'individuazione e l'analisi delle campagne di disinformazione, migliorare la consapevolezza pubblica e progettare risposte efficaci per il pubblico nazionale e regionale. Le attività degli hub, che devono essere indipendenti da qualsiasi autorità pubblica si concentreranno sulle vulnerabilità emergenti dei media digitali e sulle campagne di disinformazione rilevanti all'interno del territorio e/o dell'area linguistica in cui operano; dovrebbero inoltre rafforzare le reti di verificatori di fatti indipendenti a livello nazionale e regionale
Gli hub multinazionali copriranno più di uno Stato membro preferibilmente con ecosistemi mediatici simili all'interno di una regione.
Per questo topic vengono finanziati progetti che rientrano nella definizione di SME Support Actions, azioni di supporto alle PMI coinvolte nella creazione e nello sviluppo delle capacità digitali.
I progetti devono avere una durata prevista compresa di 30 mesi

Topic 2. Centri per l’uso sicuro di internet (SICs) (ID: DIGITAL-2021-TRUST-01-SAFERINTERNET)
Questo topic ha l’obiettivo di supportare i centri nazionali per un Internet più sicuro (SIC) (centri che comprendono ONG, enti/agenzie governative e organizzazioni del settore privato) nell’attività di fornire informazioni sulla sicurezza online, risorse educative, strumenti di sensibilizzazione del pubblico e servizi di consulenza e segnalazione (attraverso linee di assistenza e di assistenza telefonica) per bambini, genitori, insegnanti e altri professionisti che lavorano con i bambini. Le attività svolte dai SIC aiuteranno i bambini ad affrontare i rischi online e a diventare cittadini digitali resilienti e alfabetizzati ai media e consentiranno ai cittadini di segnalare in modo anonimo materiale online relativo agli abusi sessuali sui minori (CSAM).
Il finanziamento garantirà la sostenibilità finanziaria della rete europea dei SIC, consentendo ai centri nazionali di fornire almeno alcune categorie di servizi (specificati nel testo della call). Destinatari sono i centri per l’uso sicuro di internet esistenti negli Stati membri o da istituire; con il termine bambini si fa riferimento ai minori di 18 anni.
Per questo topic vengono finanziati progetti che rientrano nella definizione di Simple Grants, ovvero sovvenzioni semplici, che sono un tipo di azione flessibile utilizzato da un'ampia varietà di temi e possono coprire la maggior parte delle attività.
I progetti devono avere una durata prevista di 24 mesi.

Topic 3. - e-CODEX - Comunicazione e-Justice tramite scambio di dati online (ID: DIGITAL-2021-TRUST-01-ECODEX)
Obiettivo del topic è di fornire un solido, seppur temporaneo, quadro di sostenibilità per la gestione, lo sviluppo e la manutenzione del sistema e-CODEX (sviluppato e mantenuto come piattaforma di servizi chiave (CSP) nel quadro del Meccanismo per collegare l'Europa - settore telecomunicazioni, nella precedente programmazione finanziaria). Al termine del progetto, il sistema e-CODEX sarà consegnato all'Agenzia dell'Unione europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia (eu-LISA).
Le attività cuore del sistema e-CODEX da far proseguire riguardano:
- Ordini di pagamento europeo
- Procedimento europeo per le controversie di modesta entità
- Sistema di scambio digitale di prove elettroniche (compresa l'assistenza giudiziaria in materia penale)
- il contesto del sistema informatico decentralizzato, ai sensi della rifusione del regolamento relativo alla notificazione e all'assunzione degli atti in materia civile e commerciale
- Sistema iSupport
I progetti devono avere una durata prevista di 24 mesi.

Topic 4. - Passaporto digitale dei prodotti: sistema sostenibile e circolare (ID: DIGITAL-2021-TRUST-01-DIGIPASS)
L'iniziativa sui prodotti sostenibili prevista nel nuovo piano d'azione per l'economia circolare (CEAP) dovrebbe stabilire un passaporto digitale dei prodotti (DPP) che raccolga e renda accessibili i dati su un prodotto e sulla sua catena del valore, che avrà lo scopo di:
- sostenere prodotti e produzione sostenibili, per consentire la transizione verso l'economia circolare, aumentando l'efficienza dei materiali e dell'energia, estendendo la durata dei prodotti e ottimizzandone l'uso;
- fornire nuove opportunità commerciali agli attori economici attraverso il mantenimento e l'estrazione del valore circolare (ad esempio riparazione, assistenza, rigenerazione, riciclaggio, responsabilità estesa del produttore e attività di prodotto come servizio) sulla base di un migliore accesso ai dati;
- supportare i consumatori nel compiere scelte sostenibili;
- consentire alle autorità di verificare il rispetto degli obblighi di legge.
I progetti finanziati dovranno preparare il terreno per una sperimentazione graduale a partire dal 2023 di un passaporto digitale dei prodotti in almeno 3 catene di valore chiave: elettronica e ICT (almeno elettronica di consumo), batterie, e almeno un'altra delle principali catene di valore identificate nel CEAP come i tessili (indumenti e abbigliamento), gli imballaggi (in particolare la plastica), i mobili, l'edilizia e gli edifici.
I progetti devono avere una durata prevista di 18 mesi.

Per i topic 3 e 4 del bando vengono finanziate Azioni di supporto e di coordinamento che sono azioni di piccola dimensione (di importo tipico di 1/2 milioni di euro) che hanno come obiettivo principale di sostenere le politiche dell'UE. Le attività possono includere il coordinamento tra diversi attori per le misure di accompagnamento come la standardizzazione, la diffusione, la sensibilizzazione e la comunicazione, la messa in rete, il coordinamento o i servizi di supporto, i dialoghi politici e gli esercizi e studi di apprendimento reciproco, compresi studi di progettazione per nuove infrastrutture e possono includere anche attività complementari di pianificazione strategica, networking e coordinamento tra programmi in diversi paesi.

 

avviso

Archivio bandi