FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / A Villa Argentina l'incontro sulla memoria e sui messaggi per le nuove generazioni a 75 anni dall'eccidio di Sant'Anna di Stazzema

A Villa Argentina l'incontro sulla memoria e sui messaggi per le nuove generazioni a 75 anni dall'eccidio di Sant'Anna di Stazzema

L'invito all'incontro del 7 agosto
Martedì, 6 Agosto, 2019
Tipologia: 
News

A pochi giorni di distanza dal 75° anniversario dell’eccidio di S. Anna di Stazzema si terrà - mercoledì 7 agosto – alle 17,30 a Villa Argentina a Viareggio l’incontro intitolato “Sant’Anna di Stazzema, 12 agosto 1944. Memoria e messaggi per le nuove generazioni “.

All’iniziativa, che rientra nella rassegna culturale "Di mercoledì: scrittori e lettori a Villa Argentina" promossa e curata dalla Provincia di Lucca, interverranno Michele Morabito, direttore Parco nazionale della Pace-Sant'Anna di Stazzema e il giornalista Michele Nardini, mentre il coordinamento  è affidato a Stefano Bucciarelli, presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell'Età contemporanea in provincia di Lucca.
Nell’occasione sono previsti anche alcuni momenti musicali curati da Tommaso M. Parducci, Alice Tarabella e Noemi Santambrogio.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea e ANPI Viareggio.

I messaggi della memoria che il ricordo di una strage come quella di Sant'Anna di Stazzema reca con sé evocano risorse civili, suscitano energie positive per il futuro. Ce lo confermano intessendo i loro diversi punti di vista: l'opera del direttore del Parco nazionale della Pace, l'istituzione espressamente dedicata a quella memoria; la creazione letteraria di un giovane scrittore appassionato di storia; la produzione di giovani musicisti nel loro colloquio con evocative melodie e rinnovate, antiche suggestioni.

L’ingresso è libero.