Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / A VILLA ARGENTINA LA SUGGESTIVA MOSTRA "UN MONDO COMPLETO" DI ISABELLA STAINO

A VILLA ARGENTINA LA SUGGESTIVA MOSTRA "UN MONDO COMPLETO" DI ISABELLA STAINO

locandina mostra Isabella Staino Villa Argentina Viareggio
Martedì, 31 Ottobre, 2017
Tipologia: 
Comunicato stampa

Sabato 4 novembre alle 17,30 l'inaugurazione della mostra con una performance di musica e voce. Un lungo e articolato percorso pittorico con opere realizzate in tempi diversi tra donne-sirene, ritratti femminili, grandi tele e piccole produzioni che coniugano le immagini del sogno e del mistero, dell'attesa e dell'inquietudine quotidiana.

E' l'omaggio che Villa Argentina tributa all'artista Isabella Staino, fiorentina di nascita ma livornese di adozione, che aprirà la sua personale sabato 4 novembre alle 17,30 nella storica villa liberty di Viareggio recuperata dalla Provincia di Lucca.
“Un mondo completo” è il titolo scelto per la mostra di Isabella Staino che si compone di circa 70 opere le quali, nelle splendide sale della Villa, creano un suggestivo incontro di temi ed immagini; un originale e irripetibile dialogo tra le opere e tra opere e ambiente, nelle due polarità del “mistero dei gesti semplici” e del mare del ciclo 'Lighea'.
La mostra – che rimarrà aperta fino al 10 dicembre - è promossa dalla Casa delle Donne - Centro antiviolenza di Viareggio, in collaborazione con la Provincia, il Comune di Viareggio e l’adesione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Lucca e Massa Carrara.
Per il giorno dell'inaugurazione – sabato – è prevista una performance con musica e voce su “Lighea” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che vedrà protagoniste Arianna Gaudio (voce) e Chiara Cavalli (violino).
La mostra contiene le opere del ciclo “Lighea” ispirato a Lighea di Tomasi di Lampedusa. La dimensione mitica e simbolica della  donna-sirena va a costituire l’altra polarità necessaria: Lighea, il mare e le sue creature emergono da vivide acque per densità e profondità. Qui il mistero non è nei gesti, ma nell’immensità ignota della natura. E soprattutto del mare, il doppio, il regno più lontano e irriducibile al dominio dell’uomo.

La mostra presenta inoltre:  Isabella e l’ombra – tavole originali dal racconto scritto da Antonio Tabucchi nel 2003 ispirandosi alla pittura di Isabella Staino e a lei donato. Il racconto è stato illustrato e pubblicato nel 2013 da Vittoria Iguazu Editora; Infiniti terrestri dèi – ciclo pittorico ispirato a “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi. 

La mostra che rimarrà aperta ad ingresso libero, ospiterà eventi collaterali, letture, conferenze, performance musicale, approfondimenti ed incontri tematici.

Isabella Staino è nata nel 1977 a Firenze, dove si è diplomata all’Accademia delle Belle Arti presso la Scuola di pittura del prof. Gustavo Giulietti. Vive e lavora a Livorno. Ha esposto le sue opere in 52 mostre personali.
Tra le più importanti si ricordano: «Capoluogo onirico» 2002 - Roma; «Galleria Fyr» arte contemporanea 2003 - Firenze; «A perdita  d’occhio» 2006 Teatro Verdi - Pisa; «Isabella Staino» 2010 Spazio d'Arte Hello Submarine - Losanna (CH); «Isabella Staino » 2012 Sala SS.Filippo e Giacomo -  Brescia; «Isabella Staino» 2014 Museo Amedeo Lia - La Spezia; «Pensare per colori» 2014 alle Galerie Tour de Babel - Parigi; «Dévoilé» 2015 Chapelle Saint-Jean - La Garde Freinet (FR); « Isabella Staino » 2015 Centro S. Michele degli Scalzi - Pisa;  «All’ascolto di Cristo si è fermato a Eboli» 2017 Petite Galerie Tour de Babel - Parigi;  «Infiniti terrestri dèi» 2017 Fondazione Carlo Levi – Roma;  «Infiniti terrestri dèi» 2017 Galleria Athena – Livorno;  «Lighea» 2017 ex chiesa di S. Pietro in Atrio – Como.
Con Sergio Staino ha illustrato i libri di Adriano Sofri: «Racconto  di Natale» (Einaudi, 2002), «Gli angeli  del cortile » (Einaudi, 2003) e «L’impero  delle cicale»  - edizioni Coconino press, 2004.

Nel 2013 ha illustrato il racconto “Isabella e l'Ombra”, che Antonio Tabucchi scrisse nel 2003 ispirandosi alla sua pittura e le donò, pubblicato nel 2013 da Vittoria Iguazu Editora. Il libro, con l’esposizione delle tavole originali, è stato presentato in molte città italiane, presso le librerie italiane di Parigi e Berlino e gli Istituti di Cultura Italiana di Amburgo e Lisbona. Ma la produzione artistica di Staino va oltre: ha realizzato scenografie e maschere per varie compagnie teatrali. Nel 2013/14 ha partecipato con le sue opere al Festival “Hai paura del buio?” organizzato da Manuel Agnelli degli 'Afterhours' a: Torino, Roma, Milano e L'Aquila. Nel 2015 entra a far parte come socio cultore del Gruppo Labronico.

Il sito ufficiale dell'artista:   www.isabellastaino.com   

La mostra sarà visitabile fino al 10 dicembre, dal martedì alla domenica, con orario 10.00 – 13.00 / 15.00 –18.30. Chiuso il lunedì. L'ingresso è libero.

Per contattare la sede espositiva: 0584-1647600 ; musei@provincia.lucca.it  

ultima modifica: 16/11/2017 - 08:10