FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / VILLA ARGENTINA: Il ritratto a memoria di Eleonora Cybo-Malaspina

VILLA ARGENTINA: Il ritratto a memoria di Eleonora Cybo-Malaspina

Annibale Guidi
Mercoledì, 4 Ottobre, 2017
Tipologia: 
Comunicato stampa

Buongiorno, vi invitiamo al prossimo incontro della rassegna di mercoledì a Villa Argentina
" il giorno 4 ottobre alle ore 17,30 con la presentazione del libro. 

Il ritratto a memoria di Eleonora Cybo-Malaspina

di Annibale Guidi

Il libro racconta la storia romanzata della bella figlia di Lorenzo Cybo e Ricciarda Malaspina, la quale viene alla luce nel castello di Massa il 10 Marzo 1523, riceve una rigida educazione nel collegio delle Murate di Firenze, in attesa che la perfida madre intavoli complicate trattative per organizzare il suo matrimonio, usando la figlia per rinsaldare quell'intreccio di alleanze e favori, che le permettevano di accumulare fama, prestigio e ricchezze. Eleonora, pur di liberarsi dalla vita segregata che il convento le riserva, accetta di buon grado di sposare il Conte Gianluigi Fieschi, nonostante sia rampollo della famiglia perdente di Genova spodestata da Andrea Doria nel governo della città. Fu proprio l'odio covato a lungo tra i Fieschi a portarli a tramare in gran segreto contro i Doria e ordire l'assalto del 3 Gennaio 1547, osteggiato con forza dalla povera Eleonora, miseramente fallito e conclusosi con la morte dello stesso Gianluigi. La fuga rocambolesca nella notte, prendendo il mare su una tartana insieme a un giovane uomo, alimenta la leggenda di una tormentata e sfortunata storia d'amore con l'aitante e intrepido Buonocore, pittore di umili origini, che le salva la vita e allo stesso tempo le spezza il cuore.

 

Annibale Guidi è nato a Viareggio, dove esercita la professione di avvocato insieme ai figli Gino e Simonetta. Svolge da molti anni attività letteraria con opere di narrativa, romanzi brevi, racconti e liriche in rima. Ha pubblicato Un uomo mio padre (Lucca 1979), L'ultimo processo del giudice Laterzi (Livorno 1982), Dodici racconti e una speranza (Livorno 1983), Volo all'interno (1985), Pranzo di mezza notte (1987), Palazzo di giustizia e dintorni (1992), Il comune nuovo (1989), Il piccolo Comandante - storia di Dante Edmondo Lippi di Viareggio (2014). Ha curato l'edizione postuma de Le campane di Bargecchia (1996), scritto dal padre Gino Guidi.

 

Interviene l'autore, presentazione a cura di Laura Nicodemi. Lettura di brani del libro a cura di Leonardo Angiolini.

 

 

Vi ricordiamo che la Villa ospita noltre che domenica scorsa è stata inaugurata la mostra fotografica

 

Massimo Veracini - Connessioni che sarà visitabile fino al 29 ottobre 2017 dal martedì alla domenica con orario 10- 13 / 15 -18.30

Tutte le domeniche alle ore 17.00 visita alla mostra con Massimo Veracini

Chiuso lunedì. Ingresso gratuito. Info: Tel. 0584 1647600

 

 

 

Biblioteca Senatore Milziade Caprili

orari di apertura: martedì e giovedì 9.00 - 12.30; mercoledì e venerdì 15.30 - 19.00

Informazioni e aggiornamenti anche sulla pagina Facebook "Villa Argentina Viareggio" 

https://www.facebook.com/Villa-Argentina-Viareggio-1503406939928881