FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / A Villa Argentina "Eravamo tanto amati" il libro sulla storia della sinistra italiana e toscana

A Villa Argentina "Eravamo tanto amati" il libro sulla storia della sinistra italiana e toscana

l'invito dell'incontro del 17 aprile
Martedì, 16 Aprile, 2019
Tipologia: 
Comunicato stampa

Si torna a parlare di politica, o meglio di storia politica e della sinistra italiana e toscana in particolare a Villa Argentina a Viareggio. Domani, infatti, mercoledì 17 aprile - alle 17.00, nell’ambito della rassegna “Di Mercoledì: Scrittori e lettori sulla terrazza di Villa Argentina”, promossa dalla Provincia di Lucca, sarà presentato il libro “Eravamo tanto amati” scritto dai giornalisti Domenico Guarino, Andrea Lattanzi, Andrea Marotta per Effigi editore.
All’incontro parteciperanno gli autori Guarino e Marotta, mentre ad introdurre la discussione sarà Stefano Bucciarelli, presidente dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in provincia di Lucca. 

Il volume, tra racconti, testimonianze e documenti, cerca di dare risposte ad alcuni quesiti. Cosa è successo agli eredi del PCI dal 1992 a oggi? Quali sono le cause del crollo di consensi che ha portato quasi alla scomparsa della sinistra alle ultime elezioni? È ancora possibile pensare a un recupero dell'eredità del Partito Comunista, soprattutto nelle battaglie per le fasce deboli e il mondo del lavoro?.
Alle elezioni del marzo 2018, il PD ottiene circa 8 milioni di voti. Quasi gli stessi raggiunti dal PDS, nel 1992, al suo debutto dopo il sofferto scioglimento del PCI. A trent'anni dalla Bolognina, quando il più grande partito comunista d'Europa decise di cambiare nome, la Toscana rimane l'unica regione in cui gli eredi di quella tradizione, nata a Livorno nel 1921, vincono e conservano un’egemonia territoriale. Cosa è accaduto in questi anni? La svolta lanciata nel 1989, all'indomani della caduta del Muro di Berlino, ha tradito le aspettative? 
Un'inchiesta giornalistica con testimonianze inedite. La lista degli intervistati è lunga e d'eccellenza: Sabatino Cerrato, Mario Tredici, Maurizio Boldrini, Michele Ventura, Guelfo Guelfi, Dalida Angelini, Vannino Chiti, Giovanni Gozzini, Sergio Staino, Paolo Fontanelli, Rosa Maria Di Giorgi, Fabio Mussi, Fabio Picchi, Alessandro Benvenuti, Mario Ricci, Daniela Lastri, Graziano Cioni, Fabio Evangelisti, Gabriella Piccinni, Enrico Rossi, Monica Sgherri, Filippo Nogarin, Achille Occhetto fino all’ultima intervista a Riccardo Conti. 

Il progetto editoriale include anche un video documentario curato da Andrea Lattanzi. 

Per informazioni : Tel. 0584-1647600
Villa Argentina,Via Fratti angolo Via Vespucci, Viareggio 
e.mail: musei@provincia.lucca.it