FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / SCUOLE VIAREGGIO: accolta dai dirigenti scolastici l'ipotesi del trasferimento dell'alberghiero Marconi al Piaggia per la didattica e al Fienile per i laboratori

SCUOLE VIAREGGIO: accolta dai dirigenti scolastici l'ipotesi del trasferimento dell'alberghiero Marconi al Piaggia per la didattica e al Fienile per i laboratori

Un momento dell'incontro in Provincia
Venerdì, 9 Novembre, 2018
Tipologia: 
Comunicato stampa

Trasferimento di sei aule dell’istituto alberghiero Marconi di Viareggio (ex Colombo) in un’ala dell’istituto Carlo Piaggia, distante poche centinaia di metri, di altre 2 aule ricavate nella sede centrale dell’alberghiero, mentre per laboratori e cucine attrezzate è stata avanzata l’ipotesi dell’utilizzo della struttura del “Fienile”, al Varignano.

E’ questa la soluzione proposta dalla Provincia di Lucca per il trasferimento temporaneo del Marconi per consentire i lavori di messa in sicurezza e riqualificazione delle scuola in base ai progetti elaborati dall’ente di Palazzo Ducale che, per l’istituto alberghiero viareggino, ha pronti 2,5 milioni di euro di cui 700 mila euro provenienti dal Governo e 1 milione 800 mila euro di contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

La proposta è stata fatta nel corso dell’incontro avvenuto oggi – venerdì 9 novembre –, a Palazzo Ducale, tra il presidente della Provincia Luca Menesini, il consigliere provinciale con delega all’istruzione Luca Poletti, la dirigente dell’ufficio tecnico provinciale Francesca Lazzari con l’arch. Fabrizio Mechini, e la geometra Raffaella Gragnani,  il dirigente scolastico Lorenzo Isoppo accompagnato da alcuni docenti, la dirigente dell’istituto Piaggia Maria Rosaria Mencacci e il consigliere del Comune di Viareggio Luigi Troiso.

E la dirigenza scolastica, sia dell’istituto Piaggia sia del Marconi, ha accolto positivamente la proposta messa sul tappeto a Palazzo Ducale che consentirebbe alla Provincia di operare su due binari paralleli: il primo che riguarda lo “svuotamento” dell’ex Colombo con la sistemazione delle aule al Piaggia e alla sede centrale del Marconi per dare il via alla sua riqualificazione e messa in sicurezza; e il secondo che punta alla realizzazione di un edificio ex novo dedicato specificatamente ai laboratori di  cucina modello Masterchef posizionato all’interno del cortile dell’ex Colombo, prospiciente al vecchio edificio e di lato alla palestra.

La fase transitoria per permettere alle ditte che saranno incaricate dalla Provincia di ammodernare il vecchio Marconi (l’edificio risale agli anni ’30), sarà quindi gestita con cura dall’amministrazione provinciale in accordo con la dirigenza scolastica e il Comune di Viareggio, utilizzerà due ‘contenitori’ adatti alla prosecuzione dell’attività didattico-laboratoriale.
L’idea dei laboratori al Fienile  - che non dispiace alla dirigenza del Marconi – vedrà da parte della scuola una rimodulazione degli orari che, a detta del preside Isoppo, non costringeranno gli studenti al trasferimento da una sede all’altra evitando così ulteriori spese di risorse pubbliche per il trasporto. 

La soluzione del Fienile (di proprietà pubblica e gestita dall’Associazione omonima) è stata ritenuta praticabile dopo i necessari sopralluoghi tecnici che ne hanno confermato la validità della proposta tanto che già si svolgono dei corsi di cucina promossi da Formetica. Idem per gli spazi del Piaggia che dovranno soltanto essere parzialmente risistemati, adeguati alle esigenze di un istituto alberghiero e che non creeranno problemi di convivenza con gli altri studenti della scuola superiore.

“Sono soddisfatto che i dirigenti scolastici interessati da questa non semplice operazione – dichiara Menesini – abbiano accolto positivamente la nostra proposta che è frutto di un lavoro accurato, di sopralluoghi e di incontri per i quali devo ringraziare il consigliere delegato all’istruzione Luca Poletti. Il nostro obiettivo, suffragato dai nostri tecnici, è quello di avviare la fase transitoria e quindi sgomberare l’ex ccollegio colombo al rientro dalle vacanze di Natale, quindi il 7 gennaio. Il progetto del nuovo edificio destinato a sale, cucine e laboratori, che è estremamente migliorativo rispetto alla situazione attuale, preclude di fatto per ragioni di spazio alla sistemazione di eventuali moduli prefabbricati come era stato inizialmente proposto”.

Il consigliere delegato Poletti, dal canto suo, afferma di essere soddisfatto “delle proposte avanzate sia per la soluzione transitoria che per la prospettiva di dare finalmente all’istituto una sede funzionale, moderna, adeguata e all’altezza delle aspettative. In questi mesi ho lavorato in silenzio aiutando il presidente e l’ufficio tecnico ad individuare le soluzione. Ora auspico la collaborazione di tutti perché si rispettino i tempi indicati”.

I nuovi laboratori con le cucine modello Masterchef. Il progetto del nuovo edificio presentato in anteprima oggi ai diretti interessati e che comunque sarà oggetto di verifiche e approfondimenti anche con gli enti coinvolti prevede la realizzazione di un immobile su un unico piano di circa 1000 mq con una grande veranda. All’interno sono previste sale da pranzo, spazi per gli spogliatoi, sala bar, servizi igienici e una cucina modello Masterchef da 150 mq con diverse postazioni per gli studenti. Una struttura, tra l’altro, che i dirigenti e i docenti del Marconi vedono di buon occhio perché, essendo separata dal corpo centrale del vecchio edificio, valorizzerebbe l’intero complesso e potrebbe essere utilizzata anche per eventi enogastronomici, corsi di formazione, ecc. Saranno utilizzati impianti ad alta efficienza energetica, alimentati da fonti energetiche alternative con l’installazione di un impianto di ricambio d’aria su tutta la struttura.

Nelle prossime settimane, dopo le opportune verifiche tecniche anche con gli enti interessati e ulteriori sopralluoghi, sarà organizzato un incontro pubblico durante il quale la Provincia illustrerà la proposta della fase transitoria e il progetto della nuova sede dei laboratori da realizzare all’interno dell’area esterna dell’ex collegio Colombo.
 

la riunione a Palazzo Ducale
il rendering delle nuove cucine