FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / PALAZZO DUCALE: "Io non rischio", sabato 14 ottobre giornata sulle buone pratiche di protezione civile

PALAZZO DUCALE: "Io non rischio", sabato 14 ottobre giornata sulle buone pratiche di protezione civile

Loggia dell' Ammannati visto da Cortile degli Svizzeri
Lunedì, 9 Ottobre, 2017
Tipologia: 
News

La campagna nazionale sulle buone pratiche di protezione civile IO NON RISCHIO, prevista in tutta Italia per sabato 14 ottobre e si è svolta anche a Lucca, a Palazzo Ducale, dalle ore 9.00 alle 18.00.

Nei cortili del Palazzo sono stati allestiti stand informativi da parte delle istituzioni, degli enti e soprattutto delle associazioni di volontariato che hanno operato nel campo della protezione civile.

Nel corso della giornata, che ha visto il coinvolgimento diretto di alcune scuole superiori del territorio, si è tenuta anche una passeggiata organizzata in collaborazione con il Gruppo Sportivo Camigliano e il Polo scientifico tecnologico professionale “Fermi-Giorgi” di Lucca.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale della campagna: www.iononrischio.it

Comunicato conferenza stampa

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 14 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle piazze dei capoluoghi di provincia italiani, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. 

L'iniziativa è stata presentata oggi – giovedì 12 ottobre - a Palazzo Ducale dal consigliere provinciale delegato alla protezione civile Nicola Boggi insieme con il dirigente del settore Francesca Lazzari e a Francesco Grossi dell'Ufficio di protezione civile della Provincia, dalla dirigente dell’Area di Protezione Civile della Prefettura di Lucca Rita Reale, dal dirigente del servizio Protezione civile del Comune di Lucca Giovanni Marchi eda Bruno Molendi responsabile per la comunicazione delle associazioni di volontariato lucchese aderenti a “Io non rischio” della provincia di Lucca. 

Il cuore dell’iniziativa – giunta quest’anno alla settima edizione – è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza. Ma l’edizione 2017 sarà un’occasione speciale, perché le piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi.

Sabato 14 ottobre, in contemporanea con le altre città in tutta Italia, anche Lucca partecipa alla campagna “Io non rischio”.Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio di terremoto e alluvione, l'appuntamento è, nel complesso di Palazzo Ducale, in Cortile degli Svizzeri e in Cortile Carrara dalle 9 alle 18. Oltre agli stand informativi, quest'anno i volontari invitano i lucchesi ad un appuntamento speciale come quello della passeggiata non competitiva “Io non rischio” che si terrà nel pomeriggio di sabato. Una passeggiata, aperta a tutta la cittadinanza - che prevede la partenza alle 15 proprio dal Cortile degli Svizzeri - organizzata in collaborazione con il Gruppo Sportivo Camigliano e il Polo scientifico tecnologico professionale “Fermi-Giorgi” di Lucca. Sono stati organizzati 3 percorsi di chilometraggio diverso: 2, 5 e 10 Km per dare modo di partecipare al maggior numero di cittadini, indipendentemente dalla preparazione fisica e dall’età. I percorsi sono stati tracciati percorrendo aree pedonali, sentieri o marciapiedi ad eccezione di un breve tratto di via delle Piagge, lungo il fiume Serchio.

Il clou della giornata sarà comunque in Cortile degli Svizzeri e in Cortile Carrara dove saranno presenti gazebi informativi di associazioni di volontariato di Protezione civile e degli enti. Ci sarà anche una linea del tempo con i più significativi eventi alluvionali e sismici che hanno interessato la provincia di Lucca, nonché un’area dedicata ai bambini ed una sala multimediale. Durante la mattinata è prevista l'attività informativa rivolta a tutti i cittadini e, in particolare, alle classi 4^ e 5^ di alcuni istituti superiori del territorio: oltre una settantina di classi tra Liceo artistico-musicale “Passaglia” di Lucca, Istituto “Pertini” di Lucca, Istituti “Carrara-Nottolini-Busdraghi” di Lucca, Isi di Castelnuovo Garfagnana e Polo scientifico tecnologico “Fermi-Giorgi” di Lucca. Nel pomeriggio proseguirà l'attività di informazione sui rischi degli eventi calamitosi e sulle buone pratiche di comportamento in caso di alluvione e terremoto. L’edizione 2017 coinvolge volontari e volontarie appartenenti a oltre 700 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. 

L'iniziativa nazionale sulle buone pratiche di protezione civile è promossa, a livello locale, in collaborazione con la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, i Comuni di Lucca e Viareggio, le Unioni dei Comuni della Garfagnana, della Mediavalle e della Versilia, e l'Autorità di Bacino del fiume Serchio. Agli enti e alle istituzioni citate si affiancano associazioni di volontariato della Protezione civile che hanno aderito alla campagna 2017: ANPANA, Associazione Nazionale Autieri d’Italia di Capannori e Castelnuovo G., EZA Guardia Nazionale, Croce Verde di Lucca, Ponte a Moriano e Viareggio, Gruppo Comunale di Protezione Civile di Castelnuovo Garfagnana, Misericordie di Capezzano Pianore, Lucca, Marlia - Massa Macinaia e San Giusto. 

Sono media partner per l'iniziativa, a livello locale, le emittenti giornalistiche RADIO STAR e NOI TV.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it 

Per informazioni sulla piazza: Ufficio Protezione Civile Provincia di Lucca 0583/417743 – 258 - 466

14/10/2017 - 17:00
Un vero successo la settima edizione di IO NON RISCHIO, la campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile promossa per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sulle calamità naturali. La giornata, svoltasi a Palazzo Ducale, ha visto oltre 80 volontari impegnati nell'attività di divulgazione e informazione sulle buone pratiche e sui comportamenti più adeguati da seguire in caso di calamità naturali (terremoti e alluvioni in particolare). E se la mattina è stata riservata in particolare alle scuole con centinaia di studenti di alcuni istituti superiori che hanno riempito i cortili del palazzo della Provincia, nella prima parte del pomeriggio l'attenzione è stata catalizzata dall'arrivo a Lucca di Angelo Borrelli, da poco più di due mesi nuovo capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile che, oltre ad incontrarsi con il sindaco Alessandro Tambellini e col presidente della Provincia Luca Menesini, si è soffermato con il responsabile della Protezione civile della Regione Toscana Riccardo Gaddi e la dirigente del settore della Provincia di Lucca Francesca Lazzari,nonché con i numerosi volontari presenti in Cortile degli Svizzeri e in Cortile Carrara espressione di molte realtà associative presenti sul territorio provinciale. 

Molto partecipata anche la passeggiata non competitiva “Io non rischio” organizzata in collaborazione con il Gruppo Sportivo Camigliano e il Polo scientifico-tecnologico “Fermi-Giorgi” di Lucca.

L'iniziativa nazionale sulle buone pratiche di protezione civile è stata promossa, a livello locale, in collaborazione con la Prefettura di Lucca, la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, i Comuni di Lucca e Viareggio, le Unioni dei Comuni della Garfagnana, della Mediavalle e della Versilia, e l'Autorità di Bacino del fiume Serchio. Agli enti e alle istituzioni si sono affiancate associazioni di volontariato della Protezione civile: ANPANA, Associazione Nazionale Autieri d’Italia di Capannori e Castelnuovo G., EZA Guardia Nazionale, Croce Verde di Lucca, Ponte a Moriano e Viareggio, Gruppo Comunale di Protezione Civile di Castelnuovo Garfagnana, Misericordie di Capezzano Pianore, Lucca, Marlia - Massa Macinaia e S.Giusto.