FacebookTwitterYoutube

Home / News / PALAZZO DUCALE:  Anche il Consiglio provinciale di Lucca condanna l' aggressione al consigliere David Del Prete

PALAZZO DUCALE:  Anche il Consiglio provinciale di Lucca condanna l' aggressione al consigliere David Del Prete

Foto del Consiglio provinciale di Lucca riunito in Sala di Rappresentanza a Palazzo Ducale
Lunedì, 23 Ottobre, 2017
Tipologia: 
Comunicato stampa

Il 23 ottobre, a Palazzo Ducale, si è riunito il Consiglio provinciale in Sala di Rappresentanza alle ore 17.00

Durante la riunione, è stata approvata una mozione firmata dai gruppi politici di maggioranza e opposizione realtiva all'aggressione del consigliere Davide del Prete.

Ferma la condanna dell'aggressione, ritenuto gesto grave e deprecabile, e condivisa solidarietà da parte di tutte le forze politiche rappresentanti il Consiglio provinciale di Lucca.
Arriva anche dall'assise di Palazzo Ducale la solidarietà e la vicinanza al consigliere comunale PD di Porcari, David Del Prete, oggetto nei giorni scorsi sia di insulti sui social network, sia di aggressione fisica per motivi politici.

Il Consiglio provinciale, in apertura di seduta, ha infatti approvato all'unanimità una mozione firmata da tutti i gruppi politici. Un documento che denuncia la gravità del gesto, appunto, condanna “tali comportamenti che indignano e preoccupano come in radice tutte le espressioni di violenza, verbale e fisica” e manifesta “la solidarietà dell’intera assemblea nei confronti del giovane consigliere invitandolo a rilanciare con ancora maggiore energia il suo impegno civico forte della vicinanza di tutti i colleghi amministratori”.

La mozione si conclude con un invito al Presidente della Provincia “a sollecitare i colleghi sindaci e i rispettivi consigli comunali del nostro comprensorio ad esprimersi in merito a questa deprecabile vicenda”.
Il documento è stato firmato dal capogruppo del PD in Consiglio provinciale Nicola Boggi, dal presidente del gruppo consiliare “Alternativa civica centrodestra” Maurizio Marchetti e dal capogruppo de “L'altra provincia per i beni comuni” Pietro Lazzerini.