FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / NUOVO PONTE SUL FIUME SERCHIO: uffici della Provincia di Lucca al lavoro per bando di gara europeo e procedura espropri

NUOVO PONTE SUL FIUME SERCHIO: uffici della Provincia di Lucca al lavoro per bando di gara europeo e procedura espropri

il Rendering della zona dove sorgerà il nuovo ponte sul Serchio
Giovedì, 13 Giugno, 2019
Tipologia: 
Comunicato stampa

Elaborazione del delicato bando di gara per un’opera da 15 milioni di euro e procedure di esproprio dei terreni. E’ su questi due fronti che sta lavorando la Provincia di Lucca per la realizzazione del nuovo ponte sul fiume Serchio, a Lucca, che collegherà la SS12 del Brennero con la SP n. 1 Francigena.

L’ufficio tecnico della Provincia sta predisponendo i dettagli del bando di gara per un appalto importante di livello europeo e che quindi prevede procedure e indicazioni ben precise. Un bando che segue la firma dello scorso gennaio a Firenze del presidente della Provincia Luca Menesini e del governatore della Regione Toscana Enrico Rossi che ha assegnato all’amministrazione provinciale i 14,5 milioni di euro per la costruzione dell’infrastruttura già prevista da anni negli strumenti urbanistici del Comune di Lucca e inserita tra le opere strategiche del Piano regionale integrato per le infrastrutture e la mobilità (Priim). Risorse economiche che derivano dal Fondo  Sviluppo e Coesione assegnate alla Provincia di Lucca grazie alla convenzione tra la Regione e il Ministero delle infrastrutture.

Contemporaneamente l’ufficio tecnico provinciale sta lavorando alle procedure di esproprio dei terreni nelle due zone delle rispettive sponde del fiume dove il ponte si innesterà sulla viabilità esistente.