FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / NUOVO PONTE SUL FIUME SERCHIO: conto alla rovescia per il bando di gara internazionale

NUOVO PONTE SUL FIUME SERCHIO: conto alla rovescia per il bando di gara internazionale

un rendering del nuovo ponte
Venerdì, 6 Settembre, 2019
Tipologia: 
Comunicato stampa

Passo dopo passo, atto dopo atto, decreto dopo determina, la Provincia si avvia verso la realizzazione del nuovo ponte sul fiume Serchio.
Oggi – giovedì 5 settembre – l’ente di Palazzo Ducale da una parte ha pubblicato all’albo pretorio il Decreto presidenziale che approva contestualmente il progetto definitivo e il quadro economico dell’opera; e dall’altra nel corso di un incontro pubblico ha confermato il cronoprogramma tecnico ed illustrato le Linee guida del bando di gara internazionale che sarà pubblicato entro la fine di settembre.

All’incontro erano presenti il presidente della Provincia Luca Menesini con tutto lo staff tecnico guidato dal dirigente arch. Francesca Lazzari, gli assessori del Comune di Lucca Celestino Marchini e Francesco Raspini, nonché i progettisti del raggruppamento tecnico formato da professionisti spezzini e lucchesi della ITEC Engineering srl. 

Nel corso della presentazione è stato spiegato che dal punto di vista tecnico-amministrativo, grazie all’approvazione del decreto firmato da Menesini e al fatto che è già pronto anche il progetto esecutivo, si può procedere con l’iter espropriativo dei terreni, mentre l’ufficio tecnico di Palazzo Ducale sta concludendo la definizione del Bando di gara internazionale che adotterà la formula dell’Offerta economica più vantaggiosa (Oepv), in sostanza una serie di criteri stringenti che tengono conto di vari aspetti dell’appalto in base al rapporto prezzo/qualità.

Tra i criteri dell’offerta tecnica che si affianca a quella economica, si terrà conto, tra l’altro, dell’esperienza dell’appaltatore, dell’organizzazione e della gestione dell’attività di cantiere, della gestione delle interferenze con i sottoservizi, con il traffico e gli accessi privati, nonché della gestione delle emergenze. Inoltre della congruità delle scelte nella gestione delle interferenze e delle emergenze con il Piano lavoro, delle migliorie per garantire una maggiore qualità dell’opera, del periodo di manutenzione e della riduzione del tempo utile di esecuzione dell’intervento.

Il costo complessivo dei lavori ammonta a 15 milioni e 620mila euro, finanziati per 14 milioni e 450mila euro dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per 550mila euro dalla Regione Toscana e per 620mila euro dall’Amministrazione provinciale.

“A questo punto possiamo dire che il conto alla rovescia per l’apertura del cantiere del nuovo ponte è iniziato – ha detto il presidente Menesini e l’imminente pubblicazione del bando di gara internazionale mi fa capire che si passerà presto dalla fase della carta, dei progetti e degli atti amministrativi a quella dei lavori. Sono soddisfatto del percorso avviato che ha avuto blocchi e ripartenze, impasse poi sciolte, ma con il gioco di squadra e il concorso di tutti - Provincia, Regione Toscana, Comune di Lucca, e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca – siamo vicini alla posa della prima pietra di un ponte che contribuirà a rendere più fluido il traffico in una zona nevralgica di Lucca, diminuendo anche l’impatto inquinante e soprattutto renderà la Piana più sicura anche dal punto di vista idraulico in caso di emergenze, senza contare che l’opera si collega con l’asse suburbano di Lucca in modo da costituire un vero e proprio sistema di viabilità locale integrato ed efficiente”.

Confermato sostanzialmente il cronoprogramma tecnico illustrato nella prima riunione del 16 luglio scorso.
Dopo il Bando di gara internazionale che rimarrà in pubblicazione per 60 giorni, la Provincia nominerà una Commissione giudicatrice. A procedura di appalto, al netto di eventuali e non prevedibili problemi tecnico-amministrativi, si concluderà entro aprile 2020 ed il cantiere potrà essere inaugurato verso maggio/giugno 2020. La durata prevista dei lavori è di 2 anni.

Va detto, inoltre che la Provincia in quanto Stazione Appaltante dell'opera resta in attesa che qualsiasi soggetto (sia esso pubblico o privato), fornisca eventuali contributi finalizzati a migliorare il progetto e le indicazioni per la definizione dei criteri, i cui indirizzi sono stati illustrati nell’incontro pubblico, che faranno parte del bando di gara che selezionerà il contraente con il metodo della Offerta Economicamente più vantaggiosa (O.E.P.V.).
    Tali contributi verranno considerati dei meri suggerimenti e quindi saranno ritenuti indicativi ed assolutamente non vincolanti per l’Amministrazione provinciale.

    Come annunciato nell’incontro pubblico si conferma che la data assegnata, quale un termine per l’invio dei contributi/suggerimenti, è fissata al giorno 13 settembre 2019.

    Tutte le comunicazioni potranno essere inviate via PEC all’indirizzo istituzionale della Provincia di Lucca ( provincia.lucca@postacert.toscana.it ).
    I cittadini che non sono dotati di una casella di posta elettronica certificata potranno inviare una e-mail al seguente indirizzo che la Provincia ha dedicato specificatamente a questo argomento 
www.provincia.lucca.it/pianificazione/nuovo-ponte-sul-serchio