Social

TwitterYoutubefacebook

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / IMPIANTI SPORTIVI - via libera dalla Conferenza dei servizi decisoria alla palestra nella Ex Cavallerizza Ducale di Lucca

IMPIANTI SPORTIVI - via libera dalla Conferenza dei servizi decisoria alla palestra nella Ex Cavallerizza Ducale di Lucca

La ex Cavallerizza Ducale in una foto dall'alto
Mercoledì, 11 Dicembre, 2019
Tipologia: 
Comunicato stampa

 

Un altro passo importante verso la realizzazione di una nuova palestra nel centro storico di Lucca nella “Ex Cavallerizza Ducale”, nell'omonima via che unisce piazza S. Maria a Piazza S. Frediano.
Ieri (10 dicembre), infatti, è arrivato il via libera al progetto definitivo della Provincia di Lucca da parte della Conferenza dei servizi Decisoria convocata in prima seduta ad ottobre, dopo la Conferenza preliminare già svolta in agosto.
Definiti gli ultimi dettagli del progetto definitivo, la Provincia aspettava il via libera dal Consiglio comunale di Lucca per la messa a disposizione di una piccola porzione di suolo demaniale comunale e per la deroga volumetrica alle norme di Regolamento urbanistico e Regolamento edilizio. Ora l’ufficio tecnico di Palazzo Ducale conta di indire la gara di appalto entro la fine di dicembre in modo da aprire i cantieri nei primi mesi del 2020.

Per recuperare l’edificio realizzato tra il 1821 e il 1823  la Provincia di Lucca ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni e 50 mila euro: 1 milione e 87mila euro con decreto del MIUR e cofinanziato per i restanti 960mila euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Soddisfatto il presidente della Provincia Luca Menesini che su questo progetto punta anche per dare un’opportunità in più alle società sportive del territorio
“L'accordo con il Demanio dello Stato, simile a quello attuato per il complesso del S. Agostino, ci ha permesso di entrare nella disponibilità dello spazio e dell'immobile abbandonato per poterlo recuperare e riqualificare completamente – spiega Menesini - . Il progetto è molto bello ed ha una duplice valenza: da una parte dotare di un impianto sportivo moderno le scuole superiori del centro che potrà essere utilizzato anche dalle società sportive nelle ore pomeridiane; dall’altra riqualificare un’area abbandonata che si trova al fianco dell’Ostello della gioventù e proprio sotto le Mura urbane. Importante è stato il provvedimento adottato dal Consiglio comunale di Lucca. Ci tengo a ringraziare il sindaco di Lucca e il Consiglio comunale perché si è trattato un passaggio fondamentale per procedere nell’iter amministrativo. Ora andiamo avanti spediti con gli uffici che lavoreranno per indire a breve la gara di appalto”.

Il progetto dell’impianto sportivo nell’ex Cavallerizza prevede la ristrutturazione completa dell'edificio (830 mq circa) con la realizzazione di una struttura moderna e all'avanguardia: una palestra 'principale' con campo da gioco (pallavolo/basket), e uno spazio più piccolo dotato di attrezzature; spogliatoi al pian terreno e al piano superiore collegati tramite vano scale e ascensore. L'intervento sarà realizzato in modo da salvaguardare le preesistenze morfologiche che risultano ancora riconoscibili, ma contestualmente adeguandole alle funzioni a cui il fabbricato dovrà rispondere. Il progetto prevede l'accesso alla struttura sul lato nord-est, ossia dalla parte del la piccola piazzetta su via della Cavallerizza che consentirà un ingresso e un'uscita da parte degli utenti in totale sicurezza non andando ad interagire con le viabilità principali se non dopo una zona di filtro. La copertura dell'edificio sarà completamente ricostruita sul modello originario con legno e tegole in cotto.

L’immobile fu progettato dall’arch. Giovanni Lazzarini (tecnico di fiducia della famiglia Baciocchi) e completato da Lorenzo Nottolini tra il 1822 e il 1823 su indicazione di Maria Luisa di Borbone; fu destinato a maneggio per le esercitazioni di equitazione degli studenti del Real Collegio e del Corpo militare dei Paggi.

La Provincia lo trasformerà in una palestra di dimensioni medie che, se tutto procede come da cronoprogramma, potrebbe vedere la luce prima dell’estate del 2021.