FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / Gruppi di lavoro della Scuola per la Pace

Gruppi di lavoro della Scuola per la Pace

Lunedì, 25 Maggio, 2009
Tipologia: 
News

Gruppi di lavoro per approfondire i temi del nostro tempo
Nei prossimi mesi mentre proseguiremo, come è tradizione della Scuola per la Pace, un lavoro imperniato su momenti di riflessione con esperti e testimoni, inizieremo anche un’attività di incontri in gruppi di lavoro.
Questa iniziativa nasce dal desiderio di creare occasioni in cui sia possibile esprimere i propri pensieri, confrontarli con gli altri e le altre, approfondire i materiali che abbiamo raccolto e interpretarli insieme. La proposta ha preso corpo fin dalla prima riunione delle associazioni realizzata dopo il 3° Forum della Solidarietà. In quella sede infatti abbiamo osservato come fosse necessario riprendere i tanti contributi raccolti nei giorni del Forum e analizzarli insieme per comprendere le notevoli conseguenze che quei messaggi possono comportare. Il documento finale del Forum, molto profondo e ricco di analisi e di impegni che ci siamo assunti, richiede inevitabilmente un percorso di condivisione sia rispetto ai contenuti espressi sia in vista dell’assunzione di responsabilità per delineare il cammino futuro per le associazioni che ne hanno condiviso l’impostazione e per l’amministrazione provinciale.
Sono stati quindi individuate tre aree di riflessioni, a cui corrispondono altrettanti gruppi di lavoro, che si riuniranno con una cadenza mensile, al Centro Ivan Illich, nei giorni di martedì, talvolta, più raramente, giovedì in orario tardo pomeridiano.

  1. Gruppo di analisi di quanto emerso dal 3° Forum della Solidarietà
    Il percorso dedicato a rileggere i testi del Forum risponde a quanto emerso nelle riunioni delle associazioni e si propone l’obiettivo di indicare gli stili di vita coerenti con quanto affermato nel Forum, si è è iniziato il giorno 2 dicembre
  2. Gruppo di lavoro sull’alimentazione
    Il tema dell’alimentazione risponde pienamente ad uno degli impegni assunti dalla Dichiarazione finale del 3°Forum del maggio scorso.
    Tra le strade che vogliamo percorrere è stata individuata quella di “stringere alleanze per evitare l’isolamento delle singole comunità e capire cosa sta succedendo e cosa è opportuno fare, come associazioni, per contrastare la crisi strutturale della sovranità alimentare alla base della distruzione della vita dei contadini”.
    Il primo incontro del gruppo si è tenuto il 28 ottobre in occasione della presenza a Lucca di due rappresentanti del Grupo Ecológico Renascer de Urubici, del presidio di Auracaria della Serra Caterinense in Brasile, invitate dalla condotta di Lucca di Slow Food per la partecipazione alla iniziativa di “Terra Madre” Toscana, con le quali abbiamo discusso della situazione di difficoltà indotta dalla progressiva riduzione delle foreste di auracaria il cui seme,il pinolo, è fondamento della sussistenza delle popolazioni.
  3. Gruppo di lavoro sulla nonviolenza
    Il tema della nonviolenza emerge dalla constatazione dell’aumento della violenza nella società in generale e in particolare nel nostro paese, nella nostra città, nel territorio provinciale. L’aumento della violenza è rilevabile e costante fin dagli scorsi decenni. La preoccupazione nasce dal fatto che a questo aumento è stata data una risposta basata sull’induzione nella popolazione di richiesta di un aumento di sicurezza. Questa lettura a sua volta aumenta la paura, provoca la creazione di capri espiatori, l’individuazione di nemici riconoscibili, la negazione della violenza a livello familiare, la proiezione sull’estraneo della rappresentazione del male, con conseguente aumento di xenofobia e dimostrazioni di intolleranza. Ciò produce ulteriori manifestazioni di violenza, maggiore richiesta di sicurezza, diminuzione di garanzie nel godimento dei diritti civili per giungere addirittura alle gravi violazioni che si stanno registrando con preoccupante frequenza.

Questo percorso è iniziato il 18 novembre.
Prossime date dei gruppi di lavoro
26 maggio ore 17.30 - gruppo di lavoro sulla nonviolenza
(tutti gli incontri si terranno presso il Centro di documentazione “Ivan Illich” – Via Santa Giustina 21 – Lucca)
Importante: chi desidera partecipare ai gruppi di lavoro è pregato di segnalarci la sua disponibilità, mandandoci una email (scuolapace@provincia.lucca.it) o telefonandoci (0583 433452)