Provincia di Lucca

Social

Visita la pagina ufficiale Twitter della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale YouTube della provincia di Lucca Visita la pagina ufficiale Facebook della provincia di Lucca 

Vista del Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Vista lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Vista di una vetta delle Alpi Apuane
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Vista frontale esterna di Villa Torrigiani a Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Vista Esterna Villa Argentina a Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Vista della  Quercia secolare delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Vista Frontale del Palazzo Ducale a Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Vista Giardino Convento di San Francesco a Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Vista notturna Ponte del Rivangaio illuminato
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / GIORNO DELLA MEMORIA 2018 giovedì 18 gennaio - inauguta la mostra "La razza nemica"

GIORNO DELLA MEMORIA 2018 giovedì 18 gennaio - inauguta la mostra "La razza nemica"

la locandina della mostra
Mercoledì, 17 Gennaio, 2018
Tipologia: 
Comunicato stampa

Sarà inaugurata domani – giovedì 18 gennaio – alle 17 nella sala del Trono di Palazzo Ducale la mostra “La razza nemica, la propaganda antisemita nazista e fascista” (a cura della Fondazione Museo della Shoah di Roma), una delle prime iniziative promosse nell'ambito del fitto calendario del “Giorno della Memoria 2018” curato dall'Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca (Isrec), insieme con la Provincia e il Comune di Lucca, la Scuola per la Pace e molti altri Comuni del territorio.

La mostra – che sarà introdotta dal vicepresidente della Fondazione Museo della Shoah Paolo Masini - esamina quale ruolo abbia avuto la propaganda antisemita nella Germania nazista e nell’Italia fascista. In quest’ottica la rassegna espositiva analizza a fondo le ragioni, le dinamiche, le forme, nonché i contenuti e i protagonisti di tale fenomeno.
Nell’occasione Marcello Pezzetti, uno dei massimi storici della Shoah, co-curatore della mostra nonché consulente storico di Roberto Benigni durante le riprese del film “La vita è bella”, presenterà la mostra e il pubblico avrà quindi la possibilità di visitarla con una guida d’eccezione. 
L'esposizione aiuta a comprendere il visitatore come sia stato possibile che centinaia di migliaia di uomini comuni abbiano potuto partecipare attivamente alla persecuzione e all’uccisione della minoranza ebraica dell’intera Europa.

Nell'ambito dell'incontro inaugurale della mostra Fausto Garcea, Docente Scuola dello Sport CONI e il saggista Marco Vignolo Gargini, ricorderanno la figura di Egri Erbstein, allenatore della Lucchese degli anni ’30, capace di portare la compagine rossonera fino al settimo posto in serie A nella stagione 1936/1937. Erbstein viene colpito direttamente dalla leggi razziali fasciste del 1938 e si ritrova a non poter più far frequentare una scuola pubblica alle sue figlie, viene costretto ad una vita instabile e precaria; nel dopoguerra sarà allenatore del Grande Torino e morirà nella tragedia di Superga il 4 maggio 1949.

L'esposizione rimarrà a Palazzo Ducale fino al 10 febbraio, poi sarà ospitata alla Fortezza di Mont’Alfonso (Castelnuovo di Garfagnana) dal 15 febbraio al 2 marzo e, successivamente, al Palazzo della Cultura di Cardoso (Stazzema) dal 9 al 18 marzo.