FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / FINANZA PUBBLICA: approvato il bilancio preventivo 2019 della Provincia e il Pluriennale 2019-2021

FINANZA PUBBLICA: approvato il bilancio preventivo 2019 della Provincia e il Pluriennale 2019-2021

La sede della Provincia di Lucca
Mercoledì, 22 Maggio, 2019
Tipologia: 
Comunicato stampa

La Provincia di Lucca guarda avanti. E lo fa con maggiore ottimismo rispetto al passato grazie all’approvazione del bilancio preventivo del 2019, del bilancio pluriennale 2019-2021 e del Dup 2019, il Documento unico di programmazione dell’ente di Palazzo Ducale che, in sostanza, pianifica il lavoro nel medio periodo e indica le principali strategie e gli indirizzi che orientano la gestione dell’ente. E proprio al Dup è allegato il Piano triennale delle opere pubbliche per il triennio in questione.

Nel corso del Consiglio provinciale di oggi - mercoledì 22 maggio - infatti, l’assemblea di Palazzo Ducale ha dato il via libera all’esercizio finanziario dell’anno in corso dell’amministrazione guidata da Luca Menesini, al bilancio pluriennale dell’ente per i prossimi tre anni, al Dup, nonché al collegato Piano triennale delle opere pubbliche e dei servizi a favore dei cittadini del territorio provinciale.
L'ok dell'assise consiliare è arrivato dopo il parere positivo dell'Assemblea dei sindaci, così come prevede la legge vigente, e il parere positivo all’esercizio finanziario da parte del Collegio dei Revisori dei Conti. Il bilancio 2019 e il pluriennale hanno avuto il voto favorevole dell’intera maggioranza di centrosinistra, mentre l’unico voto contrario è stato espresso da Pietro Frati (Alternativa civica di centrodestra), unico consigliere di opposizione presente in sala al momento del voto conclusivo.

Per quanto riguarda l'aspetto più strettamente contabile – com’è stato spiegato dal Segretario generale della Provincia Giuseppe Ascione nel corso della sua relazione introduttiva -, il bilancio è stato elaborato tenendo conto delle entrate proprie derivanti dall'imposta sulle assicurazioni responsabilità civile “RC auto” (17,820 milioni per quest’anno), ulteriori 17,8 milioni per il 2020 e 2021 anche se il gettito di questo tributo è soggetto agli andamenti della crisi economica e del mercato automobilistico; stessa ragione che riguarda anche l'Ipt, imposta provinciale di trascrizione (circa 12 milioni l’anno stimati). Mentre per l'addizionale sulla TARI è previsto un introito nel 2019 di 4,2 milioni e di 5,2 milioni per il 2020 e per il 2021; per la Tosap la previsione è di 140 mila euro per l’anno in corso e per il 2021 e di 100mila per il 2021.

Altre entrate sono ascrivibili ai trasferimenti erariali (120mila euro l’anno nel triennio) ai trasferimenti relativi alle funzioni delegate e correnti dalla Regione Toscana (2,5 milioni quest’anno, 2,2 per il 2020 e 1,8 milioni nel 2021), mentre l’importo che la Provincia dovrà corrispondere allo Stato in base alla legge vigente ammonta a ben 68 milioni di euro nel triennio.
Gli introiti, invece, derivanti dalle sanzioni amministrative al codice della strada sono quantificati in 641mila euro per il 2019, e di 1,4 milioni per il prossimi due anni anche in virtù della prossima installazione di 3 autovelox su altrettante strade provinciali. Le vendite di immobili in base al Piano delle alienazioni finanzieranno spese in conto capitale dell’ente per 2,5 milioni di euro nell’anno in corso, per 4,8 milioni nel 2020 e d infine per 11 milioni nel 2021.
Da segnalare, inoltre, che nel bilancio di previsione pluriennale è previsto il ricorso alla contrazione di prestiti per 8,2 milioni di euro (di cui 6milioni con l’Istituto Credito Sportivo ad interessi zero); per 0 euro nel prossimo anno e per 1,5 milioni di euro nel 2021.