FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / FINANZA LOCALE: VIA LIBERA AL PIANO DELLE ALIENAZIONI  DELLA PROVINCIA 2018-2020

FINANZA LOCALE: VIA LIBERA AL PIANO DELLE ALIENAZIONI  DELLA PROVINCIA 2018-2020

Immagine di Palazzo Ducale
Giovedì, 27 Dicembre, 2018
Tipologia: 
Comunicato stampa

Sono una decina gli immobili che la Provincia di Lucca ha inserito nell’elenco del Piano delle alienazioni dell’ente 2018-2020 approvato con un decreto deliberativo del presidente Luca Menesini.

Un piano di dismissioni che aggiorna quelli precedenti e prevede di effettuare alcuni tentativi di vendita immobiliare nel corso del prossimo biennio. L’importo totale previsto dall’introito di queste vendite supera i 15,3 milioni di euro: 4,5 milioni di euro circa nel 2019 e quasi 11 milioni nel 2020.

Tra i beni di proprietà dell’amministrazione provinciale più significativi che si intendono alienare è possibile ricordare: Villa Giurlani a Lucca, ex sede del Provveditorato agli studi di Lucca (2 milioni e 750mila euro nel 2019); l’ex alloggio del servizio di custodia del Liceo scientifico Vallisneri di Lucca (231mila euro nel 2019); un magazzino situato sulla sp n. 20 Calavorno-Campia a Gallicano (65mila euro nel 2019); un terreno nel quartiere di S. Anna a Lucca confinante con gli spazi del Liceo scientifico Vallisneri (30mila euro nel 2019); un relitto stradale (porzioni di strada vicinale) sulla sp 9 in località Valventosa a Seravezza e un relitto stradale sulla sp 51 in località Nicciano e altri relitti stradali di minore entità (177mila euro nel 2019); la caserma dei Carabinieri di S. Concordio a Lucca (1,5 milioni circa nel 2020); l’ex caserma dei Carabinieri di Viareggio (per un importo stimato di 6,3 milioni di euro nel 2020) la caserma dei Vigili del Fuoco di Viareggio (3 milioni nel 2020) subordinata però al trasferimento nella nuova sede ora in costruzione secondo le indicazioni del Comune di Viareggio;

Contestualmente al Piano di dismissioni, il decreto contiene anche un capitolo relativo al Piano delle valorizzazioni immobiliari di proprietà provinciale dove spiccano, in particolare, Palazzo Ducale a Lucca, Villa Argentina a Viareggio, la Fortezza di Mont’Alfonso a Castelnuovo Garfagnana, e la sede ex Inapli nel quartiere Varignano a Viareggio.

Per Palazzo Ducale, dove hanno sede gli uffici della Provincia, della Prefettura, una parte degli uffici della Regione Toscana (che esercitano una serie di competenze una volta provinciali), la sede del Comando provinciale dei Carabinieri, sono previsti in futuro interventi di adeguamento, manutenzione straordinaria e messa in sicurezza, dal momento che ultimi lavori di consistente restauro strutturale risalgono ai primi anni 2000 ed effettuati grazie ai fondi del Giubileo.
In particolare, per l’ufficio tecnico della Provincia occorre intervenire su parte del tetto e sulle relative strutture lignee, sulle facciate e sugli elementi architettonici in pietra. Inoltre servono interventi di efficientamento energetico e di riqualificazione dell’illuminazione esterna dei cortili nonché un più adeguato sistema di climatizzazione delle sale monumentali.
Per la Fortezza di Mont’Alfonso sono già attivi il percorso di visita per soggetti disabili ed è stato realizzato il primo tratto della viabilità di accesso al grande complesso. Ora si rende necessario  un aggiornamento del masterplan della storica fortificazione che affronti in maniera organica e strutturale l’accessibilità del bene e la sua connessione con il centro di Castelnuovo Garfagnana.

Ex Inapli di Viareggio. L’immobile, concesso in uso alla Provincia dalla Regione Toscana, ha necessità di essere ristrutturato. La cessazione delle funzioni dell’ex Inapli a favore di attività di formazione - che richiedevano una maggiore integrazione con le sedi dell’istruzione secondaria superiore - ha determinato un progressivo abbandono dell’immobile, svuotato ormai delle sue funzioni.
Per scongiurare il rischio di abbandono del bene, la Provincia, in conformità con quanto prevede la variante urbanistica del Comune di Viareggio, ha completato lo studio preliminare di un progetto di ristrutturazione della sede che si configura come un vero e proprio intervento di rigenerazione urbana, anche in considerazione della posizione dell’ex Inapli nel quartiere viareggino del Varignano.