FacebookTwitterYoutube

Ponte della Maddalena - Borgo a Mozzano
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Lago della Gherardesca - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Alpi Apuane - Ph: Elia Pegollo
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Torrigiani - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Villa Argentina - Viareggio
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Quercia delle Streghe - Capannori
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Lucca
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Convento di San Francesco - Pietrasanta
Sito Istituzionale Provincia di Lucca
Ponte del Rivangaio
Home / News / BENI CULTURALI: tornano il 2 giugno le visite guidate gratuite a Palazzo Ducale

BENI CULTURALI: tornano il 2 giugno le visite guidate gratuite a Palazzo Ducale

Venerdì, 26 Maggio, 2017
Tipologia: 
Comunicato stampa

Dopo lo straordinario successo delle visite guidate gratuite organizzate dalla Provincia e dalla Prefettura di Lucca in occasione della Festa della Liberazione, lo scorso 25 aprile, tornano a Palazzo Ducale – in occasione della celebrazione, il 2 giugno prossimo, del 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica – le visite gratuite del grande complesso architettonico di Lucca che ospita gli uffici delle due amministrazioni e le prestigiose sale monumentali.

Sia il prefetto Maria Laura Simonetti sia il presidente della Provincia Luca Menesini, infatti, hanno concesso il via libera per ripetere l'esperimento così ben riuscito poco più di un mese fa, quando Palazzo Ducale, dopo le visite della mattina riservate alle autorità, è stato “invaso” da oltre 300 turisti e lucchesi per tutto il pomeriggio.

Il palazzo, quindi, sarà aperto ai visitatori, ma per le guide alle sale monumentali con relativa spiegazione sarà necessario prenotarsi per garantire un afflusso maggiormente regolamentato. Alle visite guidate – curate da personale specializzato messo a disposizione grazie alla collaborazione del Comune di Lucca - saranno ammessi gruppi di visitatori nei tre turni previsti: 15.30, 16.45, 18.00. Le visite dureranno un'ora circa e il punto di ritrovo è sotto il loggiato di Cortile degli Svizzeri con il percorso di visita che inizierà dalla Scala Regia della Prefettura.

Il Quartiere di Parata di Palazzo Ducale – restaurato e tirato a lucido per l'importante appuntamento internazionale del G7 del 10-11 aprile che ha riportato Lucca e il suo Palazzo del Governo alla ribalta mediatica italiana e straniera – riapre quindi le sue porte che conducono il visitatore in spazi storici e prestigiosi, sede da oltre otto secoli del centro politico e amministrativo del territorio lucchese. Oltre all'imponente e affrescata sala Ademollo, alle sale Staffieri, Maria Luisa, Accademia I e II, alla sala del Trono e alla luminosa galleria Ammannati, sarà possibile ammirare l’elegante loggiato cinquecentesco progettato dallo stesso Ammannati, le nobili facciate del ‘Palazzo principale della Serenissima Repubblica di Lucca’ ridisegnate da Filippo Juvarra, l’apparato neoclassico progettato dall’architetto Lorenzo Nottolini, nonché gli ambienti del Palazzo sede della Prefettura di Lucca quali la Galleria delle Statue, la Sala del Bosco e alcune sale di rappresentanza come i salotti Azzurro, Giallo e Rosso.

Nell'occasione, inoltre, sarà possibile ammirare i disegni sul tema della pace di alcuni bambini di tutto il mondo che costituiscono la mostra promossa dall'Associazione “I colori per la Pace” ed assistere alla proiezione video del documentario “Le ragazze del 2 giugno” sulle donne, le voci e le testimonianze relative alla prima elezione a suffragio universale realizzato da Nadia Davini e Stefano Ceccarelli con la cura dell'Istituto storico della Resistenza.

Per le prenotazioni delle visite guidate occorre rivolgersi a questi riferimenti: tel. 337-1637919 (preferibilmente sms lasciando nome, cognome, orario di visita tra i tre indicati e numero di cellulare) oppure all'indirizzo info@palazzoducale.lucca.it 

Ricordiamo, infine, che il 2 giugno, per la Festa della Repubblica, saranno aperti liberamente al pubblico il Museo del Risorgimento (MuR) e il Museo Paolo Cresci per la storia dell'emigrazione con sede a Palazzo Ducale (orario 10-13 e 15-18,30); l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea, sempre con sede a Palazzo Ducale, in orario solo pomeridiano 15,30-19; e il Museo della Liberazione (in via S. Andrea n. 43) dalle 12 alle 14 e dalle 15 alle 18.00.