Vai a contenuti

Inizio contenuti

Comunicati stampa

G7 AFFARI ESTERI A LUCCA: il testo della lettera consegnata ai ministri dagli amministratori locali, firmata anche dal presidente Menesini

11/04/2017 - 9:00



Questa la lettera che il presidente della Provincia Luca Menesini, insieme con il sindaco di Lucca Alessandro Tambellili e la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni hanno consegnato ieri sera (lunedì)  a Palazzo Orsetti al ministro degli affari esteri italiano Alfano e ai ministri del G7 di Lucca.



"Ai
Ministri degli Esteri del G7.

Vi accogliamo con grande rispetto ed amicizia.

Lucca e il suo territorio sono eredi di una grande tradizione di accoglienza e di incontro.La nostra vocazione alla pace pone le sue radici nella immane tragedia della Seconda Guerra Mondiale, che anche nelle zone circostanti ha provocato un numero altissimo di vittime innocenti, come a S. Anna di Stazzema – luogo simbolo della resistenza alla barbarie e della pace.

Oggi il mondo deve affrontare grandi sfide.E' necessario superare le diseguaglianze, che sembrano crescere sempre di più, anche a causa di una politica troppo condizionata dalle convenienze economiche e finanziarie. Come ricorda incessantemente Papa Francesco stiamo vivendo la terza guerra mondiale “combattuta a pezzi”, come tragicamente confermato anche dai fatti degli ultimi giorni che pongono ancora una volta la cieca violenza delle armi di contro alla forza del dialogo e della diplomazia.

Assistiamo quotidianamente al dramma di milioni di persone che a causa della guerra e della povertà lasciano i loro affetti e la loro terra per cercare altrove un futuro per se stessi e per i propri familiari.Imponenti mutamenti climatici stanno mettendo a rischio la sopravvivenza di intere popolazioni in diverse aree del pianeta.Negare queste sfide significa chiudere gli occhi di fronte alla realtà, omettendo la ricerca di soluzioni adeguate. Negare queste sfide significa abdicare al ruolo della politica, nel suo senso più alto e nobile.Anche l'attualità della drammatica vicenda siriana, iniziata nel 2011, che ha prodotto più di trecentomila morti innocenti (bambini, donne, anziani), conferma che la guerra moltiplica la guerra e che nessuno ha il diritto di mettere gli altri di fronte al fatto compiuto dello scontro armato. La cultura dell’unilateralismo non aiuta a risolvere i problemi. I bambini della Siria e di tutti i teatri di guerra domandano ai grandi della terra la salute, l'istruzione, la possibilità di sognare un mondo in cui ognuno abbia dignità, la vita insomma.

Siamo consapevoli del vostro impegno gravoso e delle vostre responsabilità nelle scelte, attraverso il dialogo e la diplomazia, per la soluzione delle grandi questioni della nostra epoca. E’ tempo tuttavia di riconoscere gli errori e gli orrori della guerra, di ogni guerra. Chiediamo di costruire con voi la “globalizzazione” della pace. Grazie di avere scelto Lucca come luogo del vostro incontro e del vostro convenire, in questi tempi pieni di così drammatiche emergenze.

Torna Indietro


Torna all'inizio dei contenuti


Inizio piè di pagina

Valid XHTML 1.0 StrictValid CSS!Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilitÓ.

Provincia di Lucca
Palazzo Ducale - Piazza Napoleone - 55100 Lucca
Tel. 0583 4171 - Fax 0583 417326
C.F. 80001210469
Posta Elettronica Certificata (PEC)